Mayans MC 1×09 – Serpiente/Chikchan | Recensione

0
Dopo l’arresto, in circostanze surreali, che aveva chiuso il precedente episodio, è tempo di rivelazioni per EZ.

L’ottavo episodio di Mayans MC aveva confermato l’ottima inerzia della serie –  la nostra recensione QUI – avviandosi in maniera tesa e decisa verso il finale di questa prima stagione.

Da un lato avevamo lasciato l’agente Potter stringere la morsa intorno a Miguel Galindo mentre EZ, Angel e gli altri avevano schivato da un lato il pericolo di essere scoperti dal resto del club come “talpe” – oltre alle loro connessioni con Los Olvidados – e dall’altro avevano dovuto far fronte a Coco che aveva ucciso la madre dopo un diverbio avuto a causa di Letty. Proprio quando tutto sembrava girare per il meglio però EZ e Angel erano stati fermati da un pattuglia ed arrestati: nel cofano dell’auto avevano il cadavere della madre di Coco!

Il non episodio, intitolato Serpiente/Chikchan, si apre quindi con i due in galera… avvicinati dall’agente Potter che, senza molti mezzi termini, rivela ad Angel che EZ, all’epoca del suo arresto, aveva stretto un accordo con la DEA. In cambio della libertà, Potter propone ai due un nuovo accordo. Il confronto fra Angel e EZ ovviamente sarà durissimo non solo dal punto di vista fisico.

Intanto anche Miguel Galindo inizia a concertare i giusti accorgimenti per “sfuggire” alla morsa del governo in un pericoloso doppio-gioco con protagonisti i Los Olvidados, uno dei veri obbiettivi, come abbiamo visto nello scorso episodio, di Potter.

Potter sembra quindi aver tessuto una sapiente trama per tenere in scacco sia il club che il Cartello – ignari ovviamente gli uni della situazione dell’altro – con la centro i Los Olvidados ma la situazione verrà clamorosamente capovolta da una rinnovata alleanza a tre. Riusciranno EZ e Angel a gestire questa situazione alla luce “dell’accordo” personale con lo stesso Potter?

Dopo due episodi votati a legittimare la figura di Potter, la serie tira un po’ il freno con Serpiente/Chikchan, episodio che capovolge la prospettiva degli avvenimenti dal punto di vista del club e del Cartello.

Questo nono episodio è meno teso rispetto ai precedenti con una prima parte che non fa altro che confermare la bontà di Potter come “villain” credibile che dà indubbiamente sostanza a parecchi elementi disseminati nel corso della stagione e contemporaneamente funge da catalizzatore per un finale di stagione davvero imprevedibile vista anche la seconda parte dell’episodio in cui le parti coinvolte fanno fronte comune proprio contro l’agente della DEA.

In questo pericolosissimo gioco sembrano subito in svantaggio EZ e Angel. Peccato che l’episodio, per quanto ben ritmato e dalla sceneggiatura studiata in maniera certosina, non riesca mai ad affondare davvero il colpo soprattutto quando mette a confronto i vari personaggi e non solo EZ e Angel stessi.

Se quindi l’episodio traccia benissimo la nascita del fronte anti-Potter pecca non supportando con la dovuta gravitas alcune svolte per i personaggi che vengono liquidate in maniera repentina, basti vedere la connessione fra Miguel e Adelita o l’amaro destino di Devante.

Un discreto episodio, forse un po’ prolisso, in attesa del decimo ed ultimo episodio della prima stagione.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui