Rivivete la storia del primo Soulcalibur in questo reboot ricco di azione e novità, fra cui la presenza nel roster di Geralt di Rivia, il protagonista della saga di The Witcher, dedicato ai vecchi e ai nuovi fan di questa leggendaria saga di picchiaduro nata nel 1995 con il videogioco arcade Soul Edge.

Non sono una grande fan dei picchiaduro, anzi, sono uno di quei giocatori alle prime armi che tende a spammare i tasti un po’ a caso per vedere cosa succede. Ma conosco ormai da molti anni la saga di Soulcalibur, ed è stato proprio questo il motivo che mi ha spinta a cimentarmi con una tipologia di videogiochi a me non proprio così familiare.

Chi conosce la serie, infatti, sa molto bene che Soulcalibur non è un semplice picchiaduro, ma un gioco in cui gli scontri sono accompagnati da una narrazione ricca e avvincente e sono caratterizzati da dinamiche che li rendono sempre in qualche modo diversi. Proprio la grande attenzione rivolta al giocatore singolo è una delle caratteristiche salienti della serie di Soulcalibur in generale, e dunque anche di questo Soulcalibur VI.

Tuttavia, potrete anche scegliere di ignorare del tutto questa sezione del gioco per dedicarvi unicamente agli scontri in PvP, sia online che in locale, o alla classica Modalità Arcade.

  • E ora che faccio?

Soulcalibur VI è un titolo incredibilmente ricco che offre ai giocatori diverse modalità di gioco, oltre che molte opzioni per la personalizzazione dei personaggi originali che è possibile creare nell’editor all’interno del gioco stesso. Analizziamo brevemente Soulcalibur VI e le novità apportate al franchise da questo nuovo, attesissimo titolo.

  • Missione: Bilancia dell’Anima

In questa modalità potrete rivivere gli eventi del primo Soulcalibur, grazie al fatto che si tratta di un reboot ambientato nel XVI secolo che vi farà scoprire alcune verità nascoste mai rivelate prima, con un personaggio creato da voi. In questo modo, vivrete la stessa storia della modalità Cronache dell’Anima, ma da un punto di vista diverso: il vostro. Quindi, dovrete innanzitutto creare il vostro personaggio, che sarà protagonista indiscusso della storia, potendo scegliere fra tantissimi elementi di personalizzazione, inclusa la razza.

Dopo aver creato e personalizzato il vostro eroe o la vostra eroina, potrete affrontare una serie di missioni, sia principali che secondarie, selezionabili sulla mappa del mondo. Grazie a queste sarà possibile materiali, oggetti unici, armi, Punti Esperienza ed elementi, come colonna sonora e tavole, che ritroverete nel Museo.

Potrete anche far sviluppare le città che attraverserete ed esplorare la mappa liberamente con la vostra carovana. Ma attenzione ai briganti, che potrebbero attaccarvi e vanificare il vostro viaggio!

Un’altra novità interessante è la possibilità di assoldare dei Mercenari, che vi supporteranno durante gli scontri; se sceglierete di avvalervi di un Mercenario, questi entrerà in combattimento prima di voi e lotterà in automatico, per cui non potrete controllarlo direttamente, ma solo guardare cosa riesce a fare. Se dovesse essere sconfitto, entrerete in gioco direttamente voi, e naturalmente i danni inflitti dal Mercenario al vostro avversario resteranno a inficiarne la barra della vita. Potrete anche fornire cibo e armi ai vostro Mercenari i quali, però, una volta impiegati in combattimento, saranno nuovamente disponibile solo se e quando deciderete di assolarli di nuovo.

Durante alcuni dialoghi, poi, dovrete fare delle scelte che influenzeranno il corso della storia, spingendovi più verso il bene o il male, in base proprio a come risponderete in questi casi. Spostando così l’ago della Bilancia dell’Anima, potrete anche usufruire di bonus in combattimento per le armi con la vostra stessa “tendenza” (passatemi questo termine mutuato da Demon’s Souls):

  • Storia: le Cronache dell’Anima

Grazie a questa seconda modalità storia, potrete seguire la storia principale sia grazie a una linea temporale principale che rivivere le storie dei singoli personaggi, nell’ordine che preferite.

  • Creazione

In questa sezione potrete creare fino a ben 100 personaggi diversi, che potrete usare negli scontri in PvP, ma potrete anche scegliere di vestire i panni di uno dei 21 personaggi preesistenti, incluso il Lupo Bianco, il Witcher Geralt di Rivia, che nel doppiaggio in lingua inglese noterete avere la familiare voce del suo doppiatore nella serie di videogiochi di The Witcher, Doug Cockle:

Potrete anche scegliere di condividere online la vostra creazione Si tratta di un editor differente rispetto a quello della Modalità Bilancia dell’Anima, per cui non potrete usare online il PG di questa modalità, né usare uno di questi 100 personaggi creati per Bilancia dell’Anima.

  • Duello

Qui potrete affrontare diverse tipologie di scontri, grazie alla Modalità Versus, in cui potrete sfidare sia la CPU che avversari in carne e ossa in partite “amichevoli” o classificate, perfezionare le vostre tecniche e strategie di gioco grazie all’Allenamento, in cui potrete anche personalizzare le mosse e contromosse del vostro avversario, assegnandogli fino a due azioni differenti, consultare l’elenco mosse (noterete, se non siete avvezzi alla saga di Soulcalibur, che i tasti assegnati alle varie azioni non coincidono con quelli del vostro controller, ma sono, per così dire, generici, e validi, dunque, per qualunque piattaforma di gioco adoperiate, in sintonia con i precedenti capitoli della serie), guardare i replay delle vostre battaglie, consultare e personalizzare i comandi di gioco e scegliere fra varie opzioni di personalizzazione, et dulcis in fundo, la modalità più amata dagli appassionati di Soulcalibur: il classico Arcade, in cui dovrete affrontare 8 nemici diversi, scelti in base alla storia del personaggio che sceglierete di impersonare. Per facilitarvi (o complicarvi) la vita, potrete anche impostare il livello di difficoltà degli scontri

  • Rete

Qui potrete personalizzare le impostazioni per il gioco online e guardare le classifiche mondiali.

  • Museo

In questa sezione troverete una marea di informazioni su Soulcalibur, la sua storia e i personaggi, e anche una collezione di immagini, schizzi e filmati, relativi sia a questo ultimo capitolo della saga che a quelli precedenti. I contenuti potranno essere sbloccati nelle varie modalità di gioco, oppure potrete acquistarli con i vostri Punti Anima (PA).

  • Opzioni e PlayStation Store

In Opzioni potrete personalizzare la vostra esperienza di gioco grazie a una ricca serie di strumenti, fra cui anche la scelta dei atsti corrispondenti alle varie azioni di gioco, mentre accedendo alla sezione PlayStation Store potrete acquistare il Season Pass o i contenuti aggiuntivi singolarmente, quando saranno disponibili.

  • E ora… azione!

Che siate esperti giocatori di Soulcalibur oppure no, Soulcalibur VI dispone di due tipologie di attacchi speciali che possono darvi dei notevoli vantaggi in combattimento:

  • Taglio Invertito: su PS4, premendo il tasto R1 per colpire il vostro avversario farete partire una azione speciale i cui effetti sono paragonabili al gioco della Morra Cinese: quando il colpo andrà a segno, tenendo premuto il tasto potrete deviare gli attacchi oppure attaccare direttamente, e in questo caso noterete che il tempo rallenterà; premendo il tasto corrispondente a una azione (attacco orizzontale, attacco verticale, schivata, parata o calcio) la effettuerete, e in base a quella scelta dal vostro avversario potrete mettere a segno il colpo o schivare e parare con successo. Usando il Taglio Invertito, poi, potrete anche caricare più velocemente la vostra Barra dell’Anima;
  • Barra dell’Anima: quando è piena almeno fino a 1 (potrete riempirla fino a un valore massimo di 2), sspingendo su PS4 il tasto R2 innescherete l’attacco Lama Critica, un colpo speciale diverso e specifico per ogni personaggio, mentre premendo contemporaneamente indietro e R2 si può scegliere di sfruttare la Barra dell’Anima per potenziare i propri attacchi base per un periodo di tempo limitato, ovvero finché la Barra dell’Anima non sarà completamente esaurita.

Come già avveniva fin dai primi titoli per PS2, potrete scegliere di far muovere i vostri personaggi nelle Arene usando la levetta o i tasti direzionali. I fan di vecchia data noteranno come mosse ed Arene classiche sono presenti anche qui, con l’aggiunta di alcune novità.

Tecnicamente, il gameplay è piuttosto fluido, e affrontare le diverse sfide disponibili sarà ancora più avvincente e impegnativi grazie al fatto che nella stragrande maggioranza dei combattimenti nelle due Modalità Storia dovrete sconfiggere i vostri avversari rispettando alcune condizioni.

La colonna sonora è assolutamente godibilissima e sempre presente, fungendo da ottimo sottofondo per le sezioni di combattimento come per quelle più strettamente narrative, in cui potrete leggere interessanti dialoghi corredati da tavole piacevoli da guardare; durante ogni dialogo potrete scegliere di saltarlo o, accedendo al Registro, potrete rileggerlo.

  • Conclusioni

Soulcalibur VI è un degno erede dei suoi predecessori, e grazie alla grandissima varietà di opzioni e stili di gioco e di personalizzazione, sia online che offline, il titolo si dimostra perfettamente fruibile anche da chi non è particolarmente avvezzo al genere dei picchiaduro. La storia delle due spade Soulcalibur e Soul Edge è resa in maniera coinvolgente ed esaustiva, e la presenza di alcuni nuovi personaggi, come il Witcher Geralt di Rivia, perfettamente integrati all’interno della narrazione, e di alcune novità nel gameplay fanno di Soulcalibur VI un picchiaduro con i fiocchi e incredibilmente vario e coinvolgente.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui