Yellowstone 1×06 – The Remembering | Recensione

0
Il bentornato a casa per Kayce sarà molto più duro del previsto mentre la scacchiera sistemata da John Dutton inizia a scricchiolare…

Yellowstone inizia la sua seconda parte di stagione riprendendo le fila di quanto visto nel precedente episodio – la nostra recensione QUI – ovvero con Kayce, e sua moglie Monica, che hanno deciso di rifiutare le generose offerte di aiuto da parte del patriarca John Dutton. L’uomo infatti sperava, attirando a sé il figliol prodigo con allettanti proposte di lavoro, di poterlo così tenere d’occhio evitando nuovi problemi che hanno messo più volte in pericolo l’equilibrio precario della valle e gli annessi giochi poteri.

Il sesto episodio, intitolato The Remembering, si apre in maniera tanto brutale quanto la sua conclusione. John prova per l’ultima volta a convincere Monica a rimanere al ranch accettando le offerte di lavora ma la donna rifiuta cortesemente chiedendo però al suocero il motivo dietro il marchiare a fuoco i suoi dipendenti. Il patriarca, con la usuale gravità che lo contraddistingue, le spiega che ad essere marchiati sono solo coloro che hanno avuto una “seconda possibilità”: Kayce ha disobbedito quando gli fu chiesto di far abortire una ragazza della riserva. Monica capisce quindi che la fonte di attrito fra Kayce e suo padre è proprio lei.

Non va meglio allo stesso Kayce che viene affrontato a muso durissimo da Rip che lo accusa di voler sfuggire dalle sue responsabilità.

Per Jaime intanto è arrivato il grando giorno ovvero ufficializzare la sua candidatura ad attorney general ma non tutto fila liscio soprattutto perché Beth, che l’aveva accompagnato come richiesto dal padre, ha un acceso diverbio con la governatrice – già sua amante – che di contro inizia dubitare della reale efficacia proprio di John Dutton confessando, a porte chiuse, a Jaime della malattia del padre.

Ne conseguirà un acceso diverbio fra padre e figli ma soprattutto uno fra John e Beth.

I nemici di John intanto capiscono una delle strategie basilari della guerra: allearsi contro un nemico comune. Thomas Rainwater propone quindi un accordo commerciale a Dan Jenkins per schiacciare definitivamente Yellowstone.

L’episodio si chiude quindi con Monica che, ferita mentre si recava a lavoro, collassa…

Non si scherza con Yellowstone e Taylor Sheridan ce lo ricorda iniziando la seconda metà di stagione con un episodio “letale” quanto un colpo di pistola.

Senza fronzoli infatti, The Remembering parte con la “confessione” di John a Monica che mette sotto una nuova, e potentissima, luce il travagliato rapporto fra Kayce e il padre.

Il nucleo narrativo dell’episodio è però la lenta ma inesorabile erosione degli equilibri creati proprio da John sia internamente – lo scontro fra Kayce e Rip ma anche quello mai sopito fra Beth e Jamie che sfocia nel confronto fra John stesso e Beth – ma soprattutto esternamente.

La sensazione è che Sheridan voglia “accerchiare” la famiglia Dutton: non solo i nemici storici siglano una empia, quanto pericolosissima, alleanza ma anche gli alleati storici, come la governatrice, sembrano essere stanchi dei metodi e della visione di John.

Ma lo sceneggiatore/regista non perde occasione per aumentare la posta in gioco e “sacrifica” il personaggio di Monica costruendo, nella seconda parte dell’episodio, alcuni momenti davvero tesi.

In definitiva The Remembering sembra davvero un episodio di svolta per Yellowstone se non altro in termini di tematiche con alcune “pedine” appena intraviste ma che potrebbero giocare un ruolo chiave così come il personaggio di Beth diventato improvvisamente “la scheggia impazzita” al posto di Kayce divenuto, forse, l’eroe tragico di questa epopea.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui