Questa volta l’investigare olistico dovrà vedersela con due suoi alter-ego.

Continuano le indagini impossibili di Dirk Gently, l’investigatore olistico che punta a stupire i lettori anche nel quarto volume proposto da saldaPress.

In questo fumetto si chiude l’arco narrativo relativo al Salmone del Dubbio (da noi recensito qui), e finalmente capiremo qual è l’elemento che fa da raccordo tra Dirk Gently ed il salmone. Ed anche stavolta, come potete immaginare, la soluzione a questo ennesimo enigma sarà strabiliante e imprevedibile.

Avevamo lasciato l’investigatore olistico alle prese con un’indagine che lo toccava personalmente. Questo perché nella prima parte de Il Salmone del Dubbio Dirk Gently ha avuto a che fare con ben due sé stesso: uno è il bambino che vive su un piano temporale parallelo, l’altro è l’investigatore olistico adulto molto somigliante… alla sua controparte televisiva (nelle fattezze dell’attore Samuel Barnett).

Infatti in questa storia il Dirk Gently fumettistico avrà a che fare il Dirk Gently del telefilm (più citazionista e postmoderno di così si muore). Ed in effetti la mano dello sceneggiatore Max Landis in questo volume si nota ancora più che in tutti gli archi narrativi precedenti (da ricordare che Landis è produttore della serie televisiva dedicata a Dirk Gently e supervisore del fumetto).

Anche nella seconda parte de Il Salmone del Dubbio ci ritroveremo davanti a bagni che fanno da porte d’accesso per viaggi temporali. Ma l’innovazione rispetto ai volumi precedenti sta nel fatto che questa ennesima avventura permetterà a Dirk di guardare meglio all’interno di sé stesso, e di fare i conti con un pezzo della sua imperscrutabile anima.

A riempire il tutto ci saranno continue gag e siparietti, e soprattutto una questione di coppia che coinvolgerà Dirk Gently e la sua compagna d’avventura Sally Mills, la quale, per la prima volta, sarà capace di tirare fuori un lato della personalità dell’investigatore olistico del tutto inesplorato.

I testi di Arvind Ethan David sono brillanti come nei precedenti volumi, anche se, in quest’occasione, la narrazione non è scorrevole come in altre storie, e probabilmente il motivo di tutto ciò è rintracciabile nella dilatazione dell’arco narrativo ripartita in due volumi.

I disegni di Ilias Kyriazis sono il tocco in più del fumetto. I cortocircuiti visivi presenti nei fumetti di Dirk Gently sono praticamente impossibili da ritrovare in altre produzioni di grandi case editrici, e strizzano spesso l’occhio a uno dei padri della storia dei comics, ovvero Will Eisner. Il tratto di Kyriazis è poi ben accompagnato dalla colorazione vivace di Charlie Kirchoff.

Ma, anche sui disegni la seconda parte de Il Salmone del Dubbio risente di una narrazione dilatata, e che si fa un po’ più stanca verso il finale pure a livello di trovate visive.

Resta comunque il fatto che i fumetti di Dirk Gently rappresentano una delle migliori letture proposte da saldaPress. Il lavoro fatto attorno alle storie dell’investigatore olistico è degno di nota, e capace di attirare non solo gli appassionati di Douglas Adams (creatore del personaggio) e di un certo tipo di fantascienza, ma anche gli amanti del fumetto in generale, coloro che sicuramente si faranno conquistare dalle trovate visive e narrative di questa ottima serie.

Insomma, tra le letture consigliate per questa stagione estiva non può non mancare Dirk Gently, un fumetto che anche nei volumi meno brillanti non risparmia gag, cortocircuiti visivi e narrativi, tanto divertimento, ed anche un pizzico di commozione.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui