Riverdale 2×15 – There Will Be Blood | Recensione

0
Piani e vampiri…

Se l’episodio dello scorsa settimana – la nostra recensione qui – capitalizzava in una certa misura una percorso legato ai quattro giovani protagonisti di Riverdale con una forte componente teen drama, l’episodio di questa settimana intitolato There Will Be Blood mantiene sempre viva la componente drama ma concentrando l’attenzione sugli “adulti” della cittadina.

Con il precedente episodio Jughead aveva ormai intuito il piano di Hiram Lodge: espandersi e “conquistare” tutta la parte sud della città… ma a che scopo?

Intanto a casa Cooper le cose sembrano velocemente precipitare: Polly, la sorella di Betty, è tornata momentaneamente a casa con i suoi gemelli ma anche lei inizia ben presto a nutrire dubbi su Chic; in più Hal chiede il divorzio ad Alice. Il fatto però potrebbe non essere casuale perché di lì a breve viene annunciata a lettura del testamento di Clifford Blossom – il padre di Cheryl – e proprio Hal era stato scoperto intrattenere una relazione con Penelope Blossom. A quanto pare i soldi verranno equamente divisi fra coloro in città che hanno sangue Blossom nelle vene e questo sembra fornire l’assist ideale a Betty per smaschera il fratello che si rifiuta di effettuare un test del DNA.

Non va meglio a casa Andrews: i Lodge hanno convinto Fred a candidarsi come sindaco! La mossa insospettisce Archie che però non trova riscontro in Veronica che al contrario appoggia i pieni dei genitori per avere come sindaco un prezioso alleato. Il ragazzo allora troverà proprio in Jughead un prezioso alleato riuscendo finalmente a svelare il piano di Hiram Lodge per la parte sud della città.

Il confronto fra Fred e Hiram sarà durissimo ma ad avere la peggio sarà ovviamente il primo non solo perché i Lodge mettono subito in movimento il loro piano di riserva ma anche perché Archie sembra schierarsi proprio con i Lodge…

There Will Be Blood è un episodio speculare al precedente e come il precedente serve a fornire un nuovo status quo per i personaggi.

Sono interessanti in tal senso due filoni narrativi il primo legato a Betty ed il secondo ad Archie.

Nel primo la trama di Chic sta giungendo al suo climax ben intrecciandosi, e ben supportata, da quella della famiglia Blossom e da Cheryl personaggio che nelle ultime settimane gli sceneggiatori stanno proponendo in maniera molto interessante e sicuramente non scontata.

L’episodio è però anche un primo ed importante payoff per questa seconda parte di stagione rivelando i piani di Hiram Lodge che, anziché uno scontato centro residenziale, si ricollegano in maniera estremamente intelligente al tema principale della prima parte della stagione ovvero la mancanza di sicurezza ed il senso di minaccia.

There Will Be Blood è un episodio ottimamente strutturato che riesce a mantenere altissima l’attenzione dello spettatore forte di una regia che asseconda e gestisce molto bene i vari intrecci delle vicende senza risultare stucchevole ma soprattutto è l’ennesimo episodio che in maniera intelligente riesce ad inserire all’interno di trame di chiaro stampo drama riflessioni su temi attualissimi.

A sette episodi dalla fine le pedine sulla scacchiera sembrano essere state riarrangiate a dovere, resta ora da vedere come e se alcune di queste trame convergeranno.

telegra_promo_mangaforever_2