DC’s Legends of Tomorrow 3×11 – Here I Go Again | Recensione

Pubblicato il 20 Febbraio 2018 alle 17:00

“I died… twice!”

Dopo l’ottimo episodio della scorsa settimana, con la guest star d’eccezione John Constantine che aveva dato sostanza soprattutto al villain di questa terza stagione – la nostra recensione quiDC’s Legends of Tomorrow applica quella regola assolutamente non-scritta secondo la quale ad un episodio più “serio” segue uno più “divertente” o che quantomeno gioca prepotentemente su quel tono scanzonato che è uno dei marchi di fabbrica della serie.

E’ il caso dell’episodio di questa settimana Here I Go Again. Dopo essere tornati da una missione fra Waterloo ed il 1975 – evidenti i riferimenti alla canzone degli Abba – le Leggende rimangono bloccate in un loophole causato da Zari che ha danneggiato la Waverider, cercando di modificarne il funzionamento per prevenire il futuro distopico da cui proviene, causandone l’esplosione. Sarà proprio Zari l’unica a ricordarsi dell’avvenimento e a rivivere sempre la stessa ora precedente alla suddetta esplosione.

Mentre Zari cercherà di scoprire la causa dell’esplosione della nave, scoprirà anche alcuni segreti dei membri della squadra modificando il suo punto di vista sulla missione delle Leggende.

Here I Go Again è un episodio che spudoratamente si basa sul comic-relief e non cerca neanche di mascherare e/o rielaborare le sue fonti di ispirazione – da Ricomincio da Capo citato da Steel passando per Star Trek: Next Generation citato da Ray – come fatto in altri episodi.

Al centro c’è Zari, oggetto ancora misterioso di questa terza stagione, ed il tentativo di showrunner e sceneggiatori di renderla finalmente un personaggio organico innanzitutto in seno al team ancor prima che nella macro-trama della stagione.

L’episodio non riesce però né a legittimare il personaggio né a risultare mai davvero gradevole.

L’espediente narrativo è sfruttato malamente con sequenze troppo ripetitive, e spesso stucchevoli che non strappano neanche un sorriso, ed il twist finale aggiunge un ulteriore dose di frustrazione dopo 35 minuti davvero dimenticabili… all’episodio in definitiva manca mordente e con l’azione confinata all’interno della Waverider non vi è il fondamentale supporto dell’ambientazione vera e propria ancora di salvataggio in molti altri episodi.

Il personaggio di Zari ne esce malconcio. Petulante e piagnucolante per gran parte dell’episodio, gli sceneggiatori cercano in tutti i modi di farle stabilire una connessione con gli spettatori ma il risultato è dimenticabile nella misura in cui a fine episodio ci si vuole dimenticare di questa Leggenda. C’è da dire che gli showrunner non “piazzano” neanche benissimo questo episodio nella scaletta degli episodio, cercare di valorizzare il personaggio più debole dopo aver ospitato Matt Ryan ed il suo Constantine è come cercare di spegnere un incendio con una bottiglia d’acqua.

Serve a poco il payoff a fine episodio con la ricomparsa di Rip Hunter e di un noto personaggio dell’Arrowverse che non vedevamo da un po’…

Here I Go Again è senza ombra di dubbio l’episodio peggiore di questa terza stagione di DC’s Legends of Tomorrow risultando un inutile e noioso episodio di passaggio che non offre né spunti di interesse né tanto meno fa avanzare di un millimetro la trama principale.   

A soli 7 episodi dalla fine gli showrunner e gli sceneggiatori dovrebbero concentrarsi su ben altri aspetti per consegnarci un finale di stagione che corrisponda le aspettative che hanno creato soprattutto con i due episodi precedenti a questo fiacco riempitivo.

Articoli Correlati

One Piece è ricco di misteri ancora da svelare. Oltre alla volontà della D. e a tanti personaggi la cui identità deve ancora...

19/07/2024 •

15:00

One Piece ha raggiunto il punto più importante dell’Arco di Egghead e il nuovo capitolo del manga ha rivelato...

19/07/2024 •

14:00

Look Back si è rivelato un enorme successo da quando il lungometraggio anime dello Studio Durian è uscito nei cinema...

19/07/2024 •

13:00