E3 2016 – Cosa aspettarsi dalla conferenza Playstation?

Pubblicato il 30 Maggio 2016 alle 12:30

Oramai solo poche settimane ci distanziano dall’evento videoludico più importante dell’anno, quell’Electronics Entertaiment Expo che ogni giugno riunisce tutti gli annunci più importanti del settore.

Tra gli appuntamenti più attesi della rassegna losangelina vi è sicuramente la conferenza Playstation, che, forte di decine di milioni di console vendute nel mondo, questa volta promette veramente faville.

Dopo un appuntamento dedicato alla nostalgia con i passati annunci di Final Fantasy VII Remake e The Last Guardian e dopo una deludente PS Experience a Dicembre è giunto finalmente il momento per l’ammiraglia di casa Sony di portarsi a a casa gli applausi ed il sostegno di pubblico e critica.

Sono ormai mesi che si rincorrono rumor relativi ad aggiornamenti hardware, inedite proprietà intellettuali e clamorosi ritorni di franchise storici. Sotto il segno di Playstation 4 Neo vediamo quindi cosa possiamo aspettarci da questa conferenza tra esclusive e nuove console.

PS Conference

Partiamo subito con l’elefante nella stanza, ossia tutto quel marasma di rumor, voci e finte notizie che hanno circondato un possibile aggiornamento hardware dell’attuale Playstation 4.

Che sia in programma da tempo un rinnovamento della console nipponica è oramai dato per certo, e vista sia la mole di informazioni che l’appartenenza di alcune fonti, resta solamente da capire la reale entità dell’operazione voluta da Shuhei Yoshida. Si è addirittura parlato di un upgrade della console programmato puntando alla risoluzione 4K.

Per quanto sia molto improbabile una tale risoluzione sia per i costi dei singoli componenti (servirebbero schede grafiche addirittura più potenti dell’attuale fascia alta NVIDIA) sia per la sua ancora non completa diffusione, appare comunque chiara la volontà della compagnia giapponese di rispondere alle continue critiche verso la potenza delle console current-gen con un’operazione di rinnovamento. Si tratta però di una scommessa non così certa da vincere, viste le reazioni non così entusiasmate dei giocatori.

La preoccupazione è quella di una divisione tra le varie utenze con la creazione di prodotti diversi in base alla piattaforma di destinazione. L’obiettivo di Sony deve quindi essere quello di offrire più opzioni alla sua utenza senza però rischiare di frammentarla o complicare inutilmente il lavoro degli sviluppatori.

E’ quindi possibile che la soluzione adottata dai vertici della compagnia sia quella di commercializzare due versioni di Playstation 4, di cui una più potente, capace grazie alle nuove schede AMD Polaris di maggiori livelli di dettaglio e di framerate ancorati a 60 fotogrammi.

Mantenere la stessa tipologia di architettura consentirebbe poi di non creare problemi nella produzione dei titoli, andando semplicemente a far differire le varie opzioni grafiche. L’idea di fondo rimane quella che dopo 3 anni e tonnellate di critiche e delusioni, il focus dell’azienda nipponica sia il rilancio di immagine dei sui prodotti tramite nuove esclusive e upgrade dei suoi sistemi.

Insieme a Playstation VR, che verrà distribuito a partire da Ottobre, potrebbe quindi esserci la fatidica PS4 NEO, presentata appunto nelle prossime settimane.

PS4

Continua a leggere…

Non basterà però solamente l’annuncio di una nuova console a far contenti i videogiocatori. Dopo alcuni anni di magra infatti solamente con Uncharted 4 si sono viste le vere potenzialità della macchina Sony ed i possessori di Playstation 4 sono ansiosi di scoprire cosa il futuro ha in serbo per loro. Sono infatti molti gli studi first-party che ancora hanno da presentare al pubblico i propri progetti.

A partire da Sony Santa Monica, luogo di nascita di una delle saghe videoludiche più amate dai detentori della console nipponica. Sono oramai alcuni anni che un nutrito numero di appassionati stanno aspettando un nuovo capitolo dell’amatissima serie God Of War. Non sorprende quindi che recentemente siano circolate diverse immagini relativi ad un possibile prossimo episodio.

Quello che stupisce sono invece le ambientazioni presenti negli artwork al centro dei leak, scenari nordici ben differenti dai paesaggi greci a cui siamo abituati. Certo, non si tratta di informazioni ufficiali, ma vista l’estrema difficoltà nella continuazione delle vicende raccontate in God Of War 3, un cambio di setting appare un’operazione più che probabile.

Difficile infatti che uno degli studi first party più importanti abbandoni il suo franchise di punta, specialmente visto l’estremo interesse che i fan sembrano dimostrare.

E’ però altrettanto difficile aspettarsi un’uscita entro l’anno, vista la presenza di altri titoli importanti come Horizon: Zero Dawn. Più probabile invece una finestra di rilascio prevista per i primi mesi del 2017, annunciata magari con un breve trailer o addirittura un vero e proprio video di gameplay.

Sony Bend

A mancare all’appello è anche il misterioso lavoro condotto negli ultimi anni da Sony Bend (già conosciuti per Uncharted: Golden Abyss), che si vocifera essere un titolo horror open world sviluppato tramite Unreal Engine 4. Ormai sono passati quattro anni dall’ultimo lavoro della software house dell’Oregon ed i tempi appaiono più che maturi per un nuovo annuncio.

Purtroppo le informazioni a disposizione sono molto poche, a partire dal possibile titolo del gioco. Da “Days Gone”, un nuovo trademark registrato da Sony nei mesi passati ed accostato prima alla nuova proprietà intellettuale degli sviluppatori di Syphon Filter e poi al possibile seguito di The Last Of Us, si è passati a “Dead Don’t Ride” anticipando un possibile annuncio al prossimo E3.

Le immagini circolate su internet lasciano intravedere ambientazioni molto cupe ed originali, indizi molto positivi per uno dei progetti più attesi in arrivo su Playstation. Anche in questo caso appare improbabile un’uscita fissata per quest’anno, motivo per cui al netto di enormi sorprese sarà necessario attendere almeno il 2017 per mettere le proprie mani sul misterioso titolo Bend.

Atteso è anche il progetto su cui stanno correntemente lavorando i ragazzi di Sucker Punch, autori della saga di Infamous e dedicatisi ad un nuovo videogioco dopo l’uscita del loro ultimo titolo oramai due anni fa. Non sembra però nelle intenzioni della software house proseguire con la loro serie più conosciuta.

Numerosi rumor infatti lasciano intendere la volontà degli sviluppatori di impegnarsi a portare sulla console di casa Sony un videogioco dedicato a Spiderman, supereroe Marvel che fino ad ora non ha goduto di particolare fortuna nel medium videoludico.

Sembra una buona idea da parte dell’azienda nipponica affidare a Sucker Punch la realizzazione di un titolo simile, visti i loro precedenti e la bravura e capacità nel creare scenari open-world. Essendo però trascorsi solamente due anni dal loro ultimo lavoro, un’uscita nel corrente anno è altamente improbabile.

Sarebbe invece ben più fattibile, anche dal punto di vista del marketing, prevedere una release in concomitanza con l’arrivo nelle sale cinematografiche del film Spiderman: Homecoming programmato per luglio 2017.

The Last Of Us

Continua a leggere…

A chiudere la lista di studi first-party occidentali vi è ovviamente l’amatissima Naughty Dog. La loro presenza sullo showfloor di Los Angeles appare sicura vista la necessità di annunciare l’espansione single-player di Uncharted 4 prevista per il prossimo autunno.

Non è altrettanto sicuro invece l’annuncio del loro prossimo titolo in lavorazione, che si tratti dell’atteso sequel di The Last Of Us, di una nuova IP o della riesumazione di vecchie glorie. Visto il successo dell’esclusiva PS3 e della sua versione remastered arrivata su PS4 in estate 2014 sarebbe comunque incredibilmente strano per il team californiano non riprendere in mano uno dei loro più grandi successi di sempre, sia in termini di critica che di dati di vendita.

Nonostante i continui riferimenti al ritorno di Crash Bandicoot nelle nostre console, la questione dei diritti ancora in mano ad Activision e la quasi totale certezza di un seguito per le avventure di Ellie e Joel lasciano presagire una nuova delusione per i fan della serie. Sempre che Sony non decida di affidare ad altre mani il rilancio della sua icona più importante dai tempi di Playstation 1.

A fare le prossime fortune di Playstation 4 non saranno però solamente software house occidentali, tanto più che allo scorso E3 a farla da padroni sul palco Sony sono state le esclusive provenienti dal Sol Levante. A partire da The Last Guardian per finire con il remake di Final Fantasy VII le sezioni orientali della compagnia diretta da Shuei Yoshida stanno lavorando su un notevole numero di progetti in arrivo nel 2016 e nel 2017.

The Last Guardian

Nei giorni scorsi sono infatti state diffuse nuove informazioni riguardo il titolo in sviluppo presso Japan Studios che avvalorano la possibilità di un arrivo nei negozi entro questo Dicembre.

D’altronde dopo oltre 10 anni di attesa e dopo un annuncio in grande stile i vertici Playstation non si possono assolutamente permettere un ennesimo ritardo nella commercializzazione della nuova creatura di Fumito Ueda.

Anche perché i fan delle produzioni del creativo giapponese dopo le meraviglie di Ico e Shadow of The Colossus non sembrano particolarmente intenzionati a perdonare ulteriori attese. Renderanno quindi pubblico nuovo materiale video, magari con filmati di gameplay inediti ed una precisa data di uscita.

Insieme a The Last Guardian vi saranno anche annunci riguardanti Final Fantasy VII e Persona 5. Il primo ha indisposto i seguaci della saga sia per mancanza di informazioni precise sia per alcune particolari decisioni riguardanti la struttura del gioco da parte di Square Enix, mentre il secondo dopo aver ricevuto una data per il mercato giapponese (15 Settembre 2016) manca ancora di dati certi per quanto riguarda la commercializzazione occidentale.

L’impressione generale riguardo questa conferenza è quindi quella che Sony debba concentrare in poco più di un’ora una lunga serie di contenuti sia hardware che software.

Il fatto che alle parentesi su PS4 NEO e PS VR si debbano per forza andare ad aggiungere tutta una serie di annunci che non possono essere rimandati lascia intendere che il focus su titoli secondari verrà destinato ad eventi futuri come Gamescom o Tokyo Game Show.

Ciò che è certo è che la speranza di poter assistere a delle vere sorprese il prossimo 14 Giugno con l’arrivo, perlomeno sui nostri schermi, di tutte quelle esclusive che ci sono mancate fino ad ora, rimarrà ben salda per almeno altri quindici giorni.

TAGS

Articoli Correlati

One Piece dopo gli incassi e l’apprezzamento del pubblico inerenti al film “RED”, a quanto pare Toei sta già...

24/01/2023 •

11:50

La serie anime di Dragon Ball Super è ferma da qualche anno ormai, e nonostante questo non accenna a mostrare delle sostanziose...

24/01/2023 •

11:10

L’adattamento anime di NieR Automata rappresenta sicuramente una delle novità anime più attese dell’inverno 2023....

24/01/2023 •

10:34