Studio Ghibli: un fan unisce Gustav Klimt a “Il Castello Errante di Howl”.

Studio Ghibli: un fan unisce Gustav Klimt a "Il Castello Errante di Howl".

Pubblicato il 23 Maggio 2022 alle 10:30

Studio Ghibli si fonde all’artista Gustav Klimt, in un bellissimo crossover!

[Howl legge l’incisione sul tavolo lasciata dal foglietto che Sophie aveva in tasca] Tu, colui che catturò una stella cadente, o uomo senz’animo, il tuo cuore è di mia proprietà! – La Strega delle Lande

Un talentuoso fan dello Studio Ghibli ha creato una fan art assolutamente straordinaria che unisce i personaggi di Howl’s Moving Castle a un famoso dipinto in stile Art Nouveau.

La bellissima immagine, caricata su Reddit, rende “omaggio a ‘Il bacio’ di Gustav Klimt”, un dipinto a olio su tela con aggiunta di foglia d’oro, creato nel 1907 o nel 1908.

La fan art vede Howl e Sophie abbracciati, apparentemente intrecciati, in un campo di fiori. Il cane Heen e lo spirito del fuoco Calcifer sono visibili in basso, tra l’erba e i petali.

Gustav Klimt (14 luglio 1862 – 6 febbraio 1918) è stato un pittore simbolista austriaco che ha utilizzato prevalentemente la forma femminile come fulcro delle sue opere artistiche.

Figura di spicco del movimento artistico della Secessione viennese, Klimt fu spesso lodato nei primi anni della sua carriera, ma in seguito i suoi dipinti furono molto criticati e talvolta definiti pornografici.

Oltre a “Il bacio”, attualmente esposto al museo Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, in Austria, alcuni dei suoi dipinti più importanti sono “L’abbraccio”, “Le tre età della donna” e “La Vergine”.

Basato sull’omonimo romanzo del 1986 di Diana Wynne Jones, il film Howl’s Moving Castle dello Studio Ghibli è stato presentato in anteprima nel 2004.

Scritto e diretto dal pluripremiato regista Hayao Miyazaki, la storia segue Sophie, una giovane ragazza che viene trasformata in una donna anziana da una strega vendicativa.

La versione originale giapponese del film è interpretata da Chieko Baisho (Weathering With You) nel ruolo di Sophie e da Takuya Kimura (live-action Blade of the Immortal) nel ruolo dello sgargiante mago del titolo; ovviamente, come ben sapete il lungometraggio è stato doppiato in numerose lingue.

Howl’s Moving Castle as an homage to Gustav Klimt’s “The Kiss” from ghibli

Articoli Correlati

Cowboy Bebop si è guadagnato il suo posto come una delle più grandi serie anime di tutti i tempi. La serie originale è durata...

07/04/2024 •

18:40

La seconda stagione di Jujutsu Kaisen ha scosso il mondo degli anime come un terremoto di energia spettrale, e non è passata...

07/04/2024 •

16:48

One-Punch Man potrebbe concentrarsi sul personaggio èrincipale che trova il mondo noioso grazie alla sua capacità di...

07/04/2024 •

15:37