Dynit: intervista esclusiva a Carlo Cavazzoni

Pubblicato il 20 Novembre 2013 alle 13:00

Vi presentiamo una piacevole intervista esclusiva a Carlo Cavazzoni, direttore esecutivo di Dynit, con il quale abbiamo chiacchierato sulle iniziative che hanno caratterizzato il 2013 e su cosa possiamo aspettarci nel prossimo futuro. Buona lettura!

Ciao Carlo, benvenuto su MangaForever.
Ciao a tutti, grazie dell’invito.

Che bilancio ti senti di trarre sull’anno che sta volgendo al termine? Come sono state accolte le novità pubblicate?
L’anno non è ancora concluso, ci sono ancora diverse uscite importanti, ma mi sento di poter dire che il bilancio è ottimo. Il 2013 è stato un grande anno per Dynit, sono partiti tanti progetti importanti, Ka-Boom, la distribuzione al cinema, il simulcast. Sono molto fiero di come sono stati accolti e vorrei approfittarne per ringraziare tutti quelli che ci hanno e che ci stanno lavorando, oltre ovviamente al nostro amato pubblico.

Il 2013 di Dynit ha riservato diverse sorprese agli appassionati di animazione giapponese. Innanzitutto gli eventi unici al cinema in collaborazione con Nexo Digital, per i quali vi meritate i più sinceri complimenti. Il riscontro sembra essere stato molto positivo, vero? Quant’è complesso organizzare una sinergia simile?
Ti ringrazio dei complimenti, la distribuzione cinematografica è stata un grande successo, in alcuni casi è andata anche oltre le nostre più rosee previsioni, per cui non posso che esserne felice. E lo sono particolarmente perché l’animazione giapponese in Italia, al cinema, ha sempre faticato ad arrivare, in quanto considerata di nicchia… beh, credo che abbiamo dimostrato che il fandom degli anime è molto più vasto di come ce lo si sarebbe potuto immaginare!
Organizzare questi eventi non è facile, ma è facile, se il tuo partner si chiama Nexo Digital! Loro sono stati grandiosi, non si sarebbe potuto realizzare simili eventi senza un distributore come Nexo, non so in quanti altri in Italia avrebbero potuto appoggiare un simile progetto. Hanno dimostrato una competenza, dedizione e passione incredibili. Quindi, grazie Nexo!

A Lucca si è detto che vedremo altro al cinema il prossimo anno, in particolare ci sarebbe interesse a programmare i già acquisiti Garden of Words e Ghost in the Shell Solid State Society.
Puoi darci indizi sui prossimi titoli?
Non ancora, è tutto in via di definizione, ci stiamo lavorando proprio in questi giorni e non vogliamo sbagliare, non sono ammessi errori.

C’è la possibilità che qualche titolo resti in sala per più di una giornata?
Non credo, almeno non con titoli di questo tipo. Il successo dell’iniziativa è dipeso proprio nel concentrare in un solo giorno tutto il fandom anime.

Si è detto che le serie tv invecchiano velocemente per cui si tende a considerare i titoli più recenti: lo stesso discorso vale per i lungometraggi d’animazione?
Per i lungometraggi credo che ci sia un po’ più di margine, ma il discorso vale lo stesso, viviamo in tempi in cui tutto viene fagocitato, assimilato e purtroppo dimenticato in tempi velocissimi, pertanto non possiamo non tenerne conto.

Sappiamo che Akira fa storia a sé, ma c’è possibilità di vedere qualche altra proposta cinematografica degli Anni 80 (es. Gen di Hiroshima, Una notte sulla ferrovia galattica, Le ali di Honneamise, The Five Star Stories…) o 90 (Junkers come here, Hashire Melos, Street Fighter II The Movie…)?
Dipende… non posso ancora parlarne.

L’esposizione cinematografica sta giovando alle vendite dei DVD e Blu-ray Disc?
Da come ci avete assalito a Lucca Comics direi proprio di si…

Un’altra piacevole iniziativa è stato il potenziamento del simulcast su Popcorn TV con ben tre serie inedite in contemporanea; il pubblico ha premiato questo incremento nell’offerta di streaming legale e gratuito?
Il simulcast è un esperimento che stiamo seguendo con molto interesse, credo che anche il nostro pubblico lo abbia apprezzato, anche se sono convinto che ci siano ancora ampi margini di miglioramento.

Proporrete nuovi titoli anche in inverno? Confermi la seconda stagione di Silver Spoon?
Se ci saranno nuovi titoli dipenderà dal bilancio di fine anno, staremo a vedere.

Quante possibilità ci sono che le serie in simulcast vengano doppiate e pubblicate in home video?
Sicuramente il simulcast è un buon strumento per valutare l’indice di gradimento del pubblico, per varare un doppiaggio però, sono necessari anche altri fattori, come ad esempio la vendita TV.

Ultima, ma non per importanza, novità è rappresentata dal lancio di un canale tv interamente dedicato ai vostri titoli: Ka-Boom. La rete offre già una prima tv come i film di Gundam, proporrete anche degli inediti assoluti?
Nella fase di start-up il palinsesto sarà occupato soprattutto dalle nostre properties, nuove acquisizioni dipenderanno soprattutto dall’andamento del canale. Al momento, l’unica nuova serie, appositamente comprata per Ka-Boom, è gli “Eroi della città”, per i più piccini.

Vista la struttura per target del palinsesto, potrebbe venir dedicata una fascia a titoli inediti solo sottotitolati?
Non credo.

A proposito dei titoli in onda su Ka-Boom: tra questi vi è anche Guru Guru, ci sono speranze per una raccolta senza censure in DVD? Anni fa Dynamic Italia pubblicò un solo disco…
Non saprei, ci dovrei pensare un po’ su, Guru guru ha sempre funzionato solo in TV.

DVD, Blu-ray Disc, uscite singole, combo BD+DVD, Collector’s Box e Complete Edition: cosa preferisce il pubblico e quali criteri guidano la vostra scelta di come proporre una serie?
Il pubblico pare prediliga i cofanetti rispetto alle uscite singole, ed è facilmente comprensibile visti i lunghi tempi per completare una serializzazione di uscite singole. Di contro c’è però l’alto prezzo che il cliente deve affrontare nell’acquisto di un cofanetto e i tempi più lunghi per produrlo. È una questione ancora aperta, su cui credo avremo da discutere ancora per molto tempo. Come sempre, maggiore è l’attesa per un titolo, maggiore sarà l’attenzione di Dynit nella progettazione dell’edizione.

Quanto del venduto proviene dagli store online e quanto dai punti vendita tradizionali?
Devo dire che il mercato on line è molto cambiato negli ultimi anni, ed anche l’Italia, che era rimasta un po’ indietro rispetto alle altre nazioni europee, sta iniziando a recuperare. Oramai l’acquisto on line sta diventando una normalità per molti acquirenti.

La riproposta di un titolo della saga di Macross è arrivata forse inaspettata per via del noto blocco dei diritti verso l’estero: Macross Plus è la classica eccezione (come fu ai tempi della prima edizione inglese e italiana, però se non erro in quell’occasione lo scotto da pagare fu di non poter accedere a materiali migliori di una “vhs riversata”) o le acque si stanno smuovendo? Sarebbe bello poter vedere Ai Oboete Imasu ka al cinema!
Non so nulla di nessun blocco, noi lo abbiamo comprato senza problemi.

Come mai non è stato anche acquistato il film del Plus, contenuto nell’edizione home video nipponica insieme agli OVA?
Perché il film non è altro che un riassunto della serie OAV, ci è sembrato inutile.

Restando in tema di recuperi e riedizioni, che rappresentano una risorsa importante specialmente in tempi di crisi, ci sono dei titoli quali Planetes, Samurai Champloo o Ergo Proxy attesi dal pubblico: ci hai fatto/farai un pensierino?
Si, promesso.

E dell’anime tratto da Emma di Kaoru Mori, trasmesso da Mediaset ma inedito in home video, cosa ne pensi?
Che appartiene a Mediaset.

Una curiosità: se una serie fosse stata licenziata, doppiata ma mai pubblicata da un editore che non opera più nel mercato italiano e un secondo editore volesse pubblicarla quel doppiaggio sarebbe utilizzabile?
Dipende se nel contratto il doppiaggio appartiene all’editore o al licensor giapponese. Nella seconda ipotesi sarebbe molto più facile.

Dynit vanta un catalogo ricco di serie cult come Fullmetal Alchemist Brotherhoord, Escaflowne, Gurren Lagann, Cowboy Bebop, Conan e il first Gundam: di queste sono disponibili in Giappone edizioni in Blu-ray, ne vedremo qualcuna anche in Italia?
“Nooo, lasciatemi parlare… voglio dire tutta la verità!!!” dopodiché il silenzio…  : )

Il secondo capitolo di Code Geass: Akito the Exiled uscirà a Dicembre in Giappone. In Italia invece?
Spero a Febbraio/Marzo.

Possiamo mettere una pietra sopra al film di AnoHana o c’è un barlume di speranza?
Pietra. : (

Una domanda su Gundam: per ingannare l’attesa dell’uscita dell’ultimo atto di UC pubblicherete qualcos’altro (L’Ottavo Plotone, 0080…)?
Al momento no.

In conferenza si è fatto il nome di Time of Eve: c’è un interesse concreto o solo un apprezzamento da appassionato?
Solo un apprezzamento personale, nulla di più per ora.

Di Makoto Shinkai in Italia resta inedito The Place Promised in Our Early Days: è una lacuna che Dynit intende colmare?
Vediamo, dipenderà da come andrà Garden of Words.

Lo scorso anno è uscito Panda Go Panda di Miyazaki e Takahata: è fattibile la pubblicazione anche di Sero Hiki no Goshu e Jarinko Chie di Takahata?
Sero Hiki no Goshu credo sia stato annunciato da un altro distributore, su Jarinko Chie non abbiamo progetti.

Il numero di Novembre del catalogo Mega riporta come uscite di Gennaio 2014 Wolf Children e la prima metà di Psycho-Pass.
Il bellissimo film di Hosoda è segnato come edizione a doppio disco sia per il BD sia per il DVD: confermi o il doppio disco per l’edizione in alta definizione è un errore del catalogo?
Potremo godere anche noi di un dvd aggiuntivo interamente dedicato agli extra come le edizioni europee e di un eventuale set di cartoline con gli sketch di Hosoda (come nel Regno Unito) o di un booklet (come in Spagna)?
Si, si e si!

Per Psycho-Pass è previsto anche un CD; puoi dirci altro sulla confezione e sugli extra?
È tutto ancora in via di definizione, anche per il CD stiamo aspettando le ultime conferme. La serie vorrei editarla in due cofanetti (sia Dvd che Blu-ray), entrambi da 2 dischi + 1 cd, ci sarà spazio anche per un booklet.

Ci aspetta altro a Gennaio che non è stato annunciato sul catalogo?
No.

 

Chiudendo con le novità annunciate ma ancora senza una data di uscita, vorrei chiederti quando vedremo, orientativamente, GITS Solid State Society e GITS Arise, se avete deciso il cast dei doppiatori e se puoi anticiparci qualcosa sulle caratteristiche delle edizioni.
Sto ragionando per entrambi per il cinema, ma è ancora tutto da verificare. Diciamo che se dovessimo riuscirci, potreste vederli prima sul grande schermo. Staremo a vedere.

Ti ringrazio per la disponibilità.
Grazie a voi e ciao a tutti!

TAGS

Articoli Correlati

Hunter x Hunter è tornato sulla rivista Jump durante il mese di ottobre, e dopo uno stop di quattro anni Togashi si è posto al...

19/11/2022 •

11:00

Chainsaw Man attualmente è il manga più letto di MangaPlus, l’app/sito di Shueisha dove sono presenti molti prodotti...

19/11/2022 •

10:00

Dragon Ball si ispira al classico della letteratura cinese “Il Viaggio in Occidente”, una storia immensa da cui...

19/11/2022 •

09:00