Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba, il manga scritto e disegnato da Koyoharu Gotouge, ha raggiunto la sua conclusione su Weekly Shonen Jump proprio oggi nel numero 24 della rivista con il capitolo 205.

ACQUISTA DEMON SLAYER: KIMETSU NO YAIBA – STARTER PACK (1-5)

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER RELATIVE AL FINALE DI DEMON SLAYER: KIMETSU NO YAIBA!

Prima di assaggiare le ultime pagine intrise di lieto fine, il manga ha confermato in maniera emozionante decessi di personaggi importanti che hanno avuto un ruolo particolare a partire dalla battaglia conclusiva e sanguinosa contro l’antagonista numero uno del manga – Muzan Kibutsuji -, il primo che ha esalato l’ultimo respiro.

Il capitolo 204, il penultimo della serie, ha confermato anche la morte avvenuta nella battaglia finale di diversi personaggi dell’organizzazione Hashira, ovvero i Nove Pilastri e i più forti spadaccini in grado di affrontare e sconfiggere i demoni: Shinobu Kocho, Mitsuri Kanroji, Obanai Iguro, Gyomei Himejima e Muichiro Tokito..

Non solo loro, il tornado che ha anche stravolto gli appassionati non ha risparmiato Tamayo e Genya Shinazugawa che hanno perso la loro vita in battaglia allo stesso modo.

Questi decessi citati non erano in dubbio, fra l’altro, quando la battaglia contro Muzan si è conclusa, ma sicuramente in molti avrebbero sperato che almeno Mitsuri Kanroji e Obanai Iguro riuscissero a venirne fuori dal momento che non hanno ricevuto un addio emozionante entrando nell’aldilà come accaduto con gli altri personaggi.

Ma perchè così tanti decessi in un periodo storico dove gli autori di shonen manga hanno ridotto di molto la possibilità di lasciar andare i personaggi in maniera così drastica?

I Nove Pilastri erano stati affrontati da minacce formidabili prima di entrare nella base di Muzan per la battaglia finale, e ognuno di loro ha cominciato a morire in successione. L’autore, sfortunatamente, non ha avuto abbastanza tempo o spazio per esplorare a fondo e al meglio i personaggi dei Nove Pilastri lasciandoli ancora inesplorati prima che morissero.

Tuttavia, nonostante lo sfacelo, è stato comunque confermato con il penultimo capitolo che le morti degli eroi non sono state vane.

Infatti dopo tre mesi dalla dipartita del villain Muzan è stato confermato che non vi sono più minacce demoniache, pertanto il corpo dei “Demon Slayer” è stato sciolto proprio nello stesso capitolo.

E, così, con un breve salto temporale, la serie di Demon Slayer si conclude con il capitolo 205. In pace sì, ma con un prezzo di sangue molto ingente.

Il manga ha raggiunto al momento in Giappone i 20 volumi e il più recente è stato pubblicato il 13 maggio 2020.

Ricordiamo che il 26 giugno 2020 arriva in Giappone la light novel che adatterà gli eventi della storia originale del manga. Il progetto sarà illustrato e scritto da Koyoharu Gotouge e Shuka Matsuda (ha già realizzato degli scritti romanzati ispirati a The Seven Deadly Sins). Ancora, su Weekly Shonen Jump sarà pubblicato un one-shot dedicato al personaggio di Kyojiro Rengoku a cura di Hirano Ryouji.

Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba è edito in Italia da Edizioni Star Comics.

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

  1. Sì scusate però non ha senso mettere ATTENZIONE SPOILER nel testo dell’articolo quando già dal titolo spoilerate cose che magari la gente non vuole sapere. Ok che nel titolo non ci sono nomi, però così uno ci perde un po’ la sorpresa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui