Rumiko Takahashi (Ranma) e Yoshiyuki Tomino (Gundam) premiati dal governo giapponese

Entrambi hanno promosso le arti e la cultura del Giappone.

0

L’Agenzia per gli Affari Culturali del Ministero Giapponese dell’Educazione, della Cultura, dello Sport, della Scienza e della Tecnologia ha annunciato i nomi delle 74 persone che il  6 Dicembre 2019 riceveranno il premio del Commissario per gli Affari Culturali del primo anno dell’Era Reiwa.

Per quanto riguarda gli anime e i manga, il riconoscimento, che premia gli individui che si sono distinti nelle attività artistiche e culturali, andrà al regista Yoshiyuki Tomino — papà di Gundam, alla mangaka Rumiko Takahashi — autrice di Lamù e Ranma 1/2, e a Hidenori Murata — fondatore dello studio Eiken (Heidi, Il Grande Sogno di Maya, Ufo Diapolon).

I tre, nei rispettivi campi, hanno dato vita a opere che hanno offerto un grande contributo alla promozione della cultura e delle arti del Giappone: in particolare al maestro Tomino e al signor Murata sono riconosciuti gli sforzi verso le nuove generazioni; alla sensei Takahashi vengono riconosciuti i risultati notevoli ottenuti non solo in Giappone, ma anche all’estero.

Ricordiamo che lo scorso Marzo lo stesso premio è stato assegnato a Yuji Nunokawa, fondatore dello studio Pierrot (Creamy Mami, Orange Road, Bleach) e al maestro Kazuo Umezz (Aula alla Deriva, Io Sono Shingo).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui