Detective Conan: uno scienziato parla del processo di ringiovanimento

Ecco cosa pensa la scienza del processo.

0

Nella serie Detective Conan, il protagonista Shinichi Kudo si trasforma in un bambino a causa di un misterioso farmaco anti-invecchiamento chiamato APTX 4869. Ora un giornalista di Livedoor News ha intervistato il professor Shigeomi Shimizu, che studia la biologia cellulare presso la Tokyo Medical and Dental University, per discutere della scientificità del farmaco immaginario.

Shimizu non ha escluso la possibilità che possa essere creato un farmaco come l’APTX 4869 e ha spiegato che normalmente miliardi di cellule muoiono ogni giorno in un processo noto come apoptosi. Man mano che questo processo si ripete, i telomeri nei cromosomi si accorciano, il che è legato all’età del corpo.

Poiché Shinichi era quasi un adulto al momento in cui prese il farmaco, le cellule del suo corpo avrebbero naturalmente smesso di dividersi. Assumendo il farmaco, le cellule mature sarebbero state uccise e sostituite con cellule del corpo di un bambino.

In altre parole, un farmaco anti-invecchiamento dovrebbe accelerare l’apoptosi e aumentare la lunghezza dei telomeri all’interno del corpo. Esistono già molte ricerche sull’apoptosi e gli scienziati sono già in grado di ridurre le dimensioni delle cellule in una certa misura.

Tuttavia, anche se il farmaco riesce a uccidere le cellule mature, il tessuto osseo deve essere scomposto e la struttura ossea deve essere riassemblata. Ciò potrebbe essere ottenuto rendendo attivi gli osteoclasti.

Inoltre, affinché la mente di Shinichi mantenga la sua coscienza adulta, il farmaco non dovrebbe raggiungere il suo cervello, sebbene Shimizu abbia notato che è abbastanza comune che i medicinali non raggiungano comunque il cervello, poiché i vasi sanguigni del cervello hanno barriere per proteggerlo.

Shimizu ha osservato che, sebbene teoricamente sia possibile creare un farmaco come l’APTX 4689, per essere efficace dovrebbe eseguire tutti i suoi compiti con tempismo perfetto. Pertanto, ha concluso che sarebbe “molto difficile” creare il farmaco nella vita reale. Tuttavia, non ha escluso la possibilità che possa essere fatto in futuro.

Per quanto riguarda se Shinichi possa riguadagnare il suo corpo adulto, Shimizu ha detto che questo è molto più difficile, essendo praticamente impossibile nell’ambito dell’attuale comprensione del corpo umano, a causa della legge della conservazione della massa.

La difficoltà di Shinichi a ritrovare il suo corpo adulto si riflette anche nel manga; nelle poche occasioni in cui lo raggiunge, l’effetto è solo temporaneo. Tuttavia, da un punto di vista scientifico, è la parte più non plausibile del manga.

D’altra parte, non c’è nulla che impedisca a Shinichi di invecchiare naturalmente nel suo vecchio io con il passare del tempo. Potrebbe essere possibile creare un modo per accelerare l’invecchiamento del suo corpo bambino, poiché è stato osservato che l’accelerazione dell’invecchiamento è una condizione genetica in alcune persone.

Shimizu ha elogiato comunque il livello di ricerca scientifica che è stato condotto su Detective Conan, rilevando che l’apoptosi non era ben nota al pubblico nel 1994, anno in cui il manga ha iniziato la serializzazione.

La consapevolezza generale si è diffusa per la prima volta intorno al 1996 e la spiegazione più dettagliata nel manga sulla scienza dietro l’APTX 4689 è apparsa per la prima volta in un capitolo pubblicato nel 1997.

L’intervistatore ha notato che anche i metodi forensi raffigurati nel manga sono stati aggiornati con il progredire della serie. Il fratello minore del creatore Gosho Aoyama è medico e i due hanno condiviso molte informazioni prima della serializzazione del manga.

Va notato che un’area in cui il manga non è particolarmente preciso è quando si tratta della pistola stordente di Shinichi/Conan e degli anestetici rappresentati nella serie. Un medico ha detto che un colpo della pistola stordente probabilmente ucciderebbe il detective Kogoro Mouri…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui