Go Nagai Robot

Il sindaco di Rio de Janeiro vieta Avengers: La Crociata dei Bambini per il bacio gay

Rio De Janeiro è il fulcro della polemica.

Il Brasile ha una cultura molto diversa da quella del Nord America, almeno in linea generale, per cui alcune questioni lì (ma non solo) sono ancora irrisolte: una delle trame di Marvel’s Avengers ha scatenato una grande controversia nella città brasiliana di Rio De Janeiro.

Go Nagai Robot

Secondo quanto riferito da varie fonti, il sindaco di Rio Marcelo Crivella ha provato a vietare la vendita di Avengers: The Children’s Crusade (da noi presentato come La crociata dei bambini) dalla XIX Biennale internazionale del libro che si sta svolgendo attualmente in città. Secondo quanto riferito, Crivella ha accusato il fumetto  di avere “contenuti sessuali per minori” dato che due personaggi (Wiccan e Hulkling) si baciano. Per questo il sindaco ha ordinato ai rivenditori della Biennale di ritirare dal festival tutte le copie di Avengers: The Children’s Crusade.

Secondo quanto riferito, i rivenditori di libri si sono rifiutati di acconsentire all’ordine di Crivella. Questo ha spinto Crivella a fare un passo più drastico: inviare funzionari della polizia per censurare o confiscare materiale ritenuto “inappropriato” o “pornografico”.

Come contromisura è stata presentata “una richiesta di ingiunzione preventiva alla Corte di giustizia di Rio de Janeiro (…)” per garantire il pieno funzionamento dell’evento e il diritto degli espositori a commercializzare opere letterarie su argomenti più diversi – come previsto dalla legislazione brasiliana”.

Magari è opportuno ricordare che la trama è una storia vecchia di quasi un decennio, dato che la miniserie è stata distribuita dalla Marvel tra il 2010 e il 2012 e ha contribuito a modernizzare anche come tematiche gli Young Avengers. In ogni caso la questione sembra lontana dall’essere risolta.

COMMENTA IL POST