Marvel: C.B. Cebulski spiega come muore un personaggio

Ormai i fan dei fumetti sottovalutano il peso di una morte, anche nell'Universo Marvel Comics.

A parte poche eccezioni la maggior parte dei personaggi che vengono uccisi vengono riportati relativamente presto in vita, e questo porta spesso a pensare che ormai le case dei fumetti ritengano le morti una cosa “normale”.

L’editor in Chief di Marvel Comics C.B. Cebulski ha detto in una recente convention, tuttavia, che questa credenza diffusa è lontana dal vero e c’è un processo complesso per decidere se un personaggio possa essere o meno ucciso.

Un fan ha chiesto come funziona il processo di decisione, e, anche se Cebulski ha ammesso che molti personaggi sono in effetti tornati dalla morte nell’Universo Marvel, ha anche detto che non prendono queste decisioni alla leggera:

“Sai, la morte è parte degli universi fumettistici, in particolare dell’universo Marvel”, ha detto Cebulski. “Ogni personaggio è stato ucciso e è tornato in un momento o in un altro. Diciamo sempre che ci sono due personaggi che non torneranno mai più, Gwen Stacy e lo zio Ben. Avevamo anche detto che Bucky non sarebbe mai tornato e ora abbiamo il Soldato d’Inverno”.

“Ma il processo di uccisione di un personaggio non è facile, e molte persone pensano che la morte sia qualcosa che non prendiamo sul serio nell’Universo Marvel, ma non è vero”, ha detto Cebulski. “Ci sono molti dibattiti quando uno scrittore suggerisce che dovremmo uccidere un personaggio, deve sempre essere in funzione della storia, non può essere solo per creare uno shock e normalmente è frutto di una discussione che abbiamo prima tra lo scrittore e l’editor e poi tra lo scrittore e il team editoriale; quindi il processo di uccisione di un personaggio è davvero una decisione di gruppo, ed è fatto sempre con la migliore storia in mente”.

Certo, molti personaggi sono tornati dalla morte, come Wolverine e Ciclope; ma questo non significa che, al momento in cui viene presa la decisione, alla Marvel non pensino sia definitiva: “Molte persone pensano che “oh, ok la Marvel ha ucciso qualcuno”, così pensano di sapere che quel personaggio tornerà alla fine e questo non è sempre vero. A volte, quando uccidiamo i personaggi, pensiamo davvero che resteranno morti per sempre”, ha detto Cebulski.

COMMENTA IL POST