La famiglia di Davis aveva condiviso la triste notizia sulla pagina Facebook del medesimo… ma in realtà tutto è nato da degli sconosciuti che, hackerando il profilo dell’artista, hanno comunicato la – falsa – morte di Davis.

Con la notizia della scomparsa si era diffusa una vasta commozione tra i fan, dato che Davis aveva iniziato la sua carriera nel mondo del fumetto scrivendo per la Comic Buyer’s Guide alla fine degli anni ’80. Nel 1989, poi, Davis fu ingaggiato per disegnare la serie Etc. per la Paradox Press della DC, ma ha anche lavorato su altri fumetti della casa editrice di Batman dell’epoca, come Wasteland #17 con lo scrittore John Ostrander…

Ma il suo lascito più importante è stata la fondazione di Milestone Media nel 1992 insieme a Dwayne McDuffie, Denys Cowan, Michael Davis e Derek T. Dingle. La linea di fumetti della casa editrice è stata lanciata nel 1993 (grazie anche ad un accordo con la DC) e Davis ha contribuito a creare il primo gruppo dei suoi personaggi, come Icon, Hardware, il Blood Syndicate e Static, poi diventato un supereroe iconico grazie alla serie a cartoni animati.

Davis, a quel punto, si era però separato da Milestone Media e aveva lanciato l’etichetta Motown Machine Works per Image Comics, con The Crush #1 nel 1996…

Davis è stato presidente/CEO di Motown Animation & Filmworks per diversi anni. È stato anche presidente dell’animazione per la Magic Johnson Entertainment, oltre ad un apprezzato scrittore per ComicMix e Bleeding Cool. A lui si deve anche l’aver scoperto molti giovani talenti, attività che, per fortuna, potrà continuare a fare per il bene del medium fumetto.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui