Lo scorso anno furono premiati Golden Kamui di Satoru Noda (edito da J-POP) e Beastars di Paru Itagaki (Planet Manga).

Il quotidiano Asahi Shimbun ha svelato i vincitori della ventitreesima edizione del Premio Culturale Osamu Tezuka, premio che riconosce il merito di quei manga che meglio portano avanti la tradizione inaugurata dal dio dei manga Osamu Tezuka.

La cerimonia di premiazione si terrà il 6 Giugno 2019 a Tokyo; al vincitore del Gran Premio andranno una statua in bronzo e due milioni di Yen (sedici mila Euro circa), agli altri vincitori una statua di bronzo e un milione di Yen (otto mila euro circa).

Gran Premio

Sono Onna, Jiruba – Jitterbug the Forties
di Shinobu Arima
Big Comic Original (Shogakukan), 2011-2018, 5 volumi concluso.

L’opera segue la vita quotidiana di una quarantenne single che frequenta il bar Old Jack & Rose, locale il cui pubblico è composto da signore dall’età media di 70 anni.

Premio Esordienti

Areyo Hoshikuzu
di Sansuke Yamada
Comic Beam (Kadokawa Enterbrain), 2013 – 2018, 7 volumi concluso.

Il manga segue due amici, due ex-soldati, che si ritrovano a Tokyo un anno dopo la sconfitta del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale.

Premio Opera Breve

Seiri-chan
di Ken Koyama
Omocoro (Kadokawa), 2018, volume unico.

Protagonista del volume una versione antropomorfa del ciclo femminile.

 

Il Premio Speciale è stato assegnato al maestro Takao Saito, il cui Golgo 13 ha festeggiato il 50° anniversario lo scorso anno.

Nel 2018 Golden Kamui di Satoru Noda (edito da J-POP) ha vinto il Gran Premio, mentre Beastars di Paru Itagaki (Planet Manga) il premio esordienti.

Fonte: ANN

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui