One Piece: Eichiro Oda rivela alcuni cambiamenti nella trama

0
One Piece è una delle serie shonen più amate e popolari al momento, nella cui serie anime, di cui trovate qui la nostra recensione dell’ultimo episodio trasmesso, è di recente venuto a mancare un prezioso alleato dei Mugiwara. Questo enorme successo è dovuto al fatto che Eiichiro Oda sembra avere un pozzo infinito di idee a cui attingere. Ma non tutto è stato programmato così come lo abbiamo visto fin dall’inizio e Oda, in realtà, non pianifica ogni singolo dettaglio.

Eiichiro Oda ha di recente rivelato alcuni stralci della storia di One Piece che ha inserito all’interno del suo manga dei record che non sono stati pianificati così come sono fin dal principio, e alcuni di questi eventi hanno anche avuto un impatto davvero notevole sul prosieguo della storia.

ATTENZIONE LA SEGUENTE NEWS POTREBBE CONTENERE SPOILER!

Se siete curiosi di scoprire quali siano, eccoli elencati qui di seguito, insieme ad alcune curiosità che riguardano il Maestro Eiichiro Oda e il vastissimo mondo che ha creato e che continua a creare per One Piece:

  • Vivi è una 19principessa;
  • l’apparizione di Shanks durante la Battaglia di Marineford;
  • Ace fliglio del Re dei Pirati Gol D. Roger;
  • Lucci nei panni di un villain;
  • l’aspetto delle montagne di Drum, nel momento in cui ricorda quello di un ciliegio;
  • Doflamingo e Corazon consanguinei;
  • la presenza della Flotta dei Sette (Shichibukai) nel manga, poiché in origine One Piece avrebbe dovuto raccontare lo scontro con gli Imperatori (Yonko), non con i Sette;
  • la presenza della Generazione Peggiore (Supernovas) nel Nuovo Mondo: Oda inizialmente aveva pensato che circa metà di loro si sarebbero ritirati prima;
  • Law come personaggio importante nell’economia della storia, poiché Oda aveva pensato che KIdd sarebbe stato un personaggio importante;
  • Oda ha chiesto al suo editore quali fossero le previsioni dei lettori, poiché il suo scopo è quello di andare oltre le aspettative dei fan;
  • L’editore era contrario alla morte di Ace nell’arco narrativo di Marineford;
  • Oda aveva già pianificato il fatto che Bartholomew Kuma avrebbe separato la ciurma di Cappello di Paglia

Vi mostriamo ora il post originale in lingua inglese:

Some events Oda-sensei didn’t plan from beginning. from OnePiece

Come avete potuto vedere, alcune delle scelte fatte all’ultimo momento e, per questo, non pianificate fin dal principio, hanno comunque avuto un impatto notevolissimo sulla storia: pensiamo, ad esempio, a scelte monumentali come la trasformazione di Lucci della CP9 in un villain, il ruolo di Vivi come principessa di Alabasta, la vera paternità di Ace, figlio di Gol D. Roger, il legame fraterno di sangue fra Doflamingo e Corazon, e l’arrivo di Shanks a Marineford, che ha, di fatto, posto fine a quella che è stata la più grande disfatta per i pirati mai raccontata in One Piece.

Ognuna di queste decisioni arrivate all’ultimo minuto ha portato con sé una vasta serie di cambiamenti nella trama iniziale di One Piece, le ripercussioni di alcuni dei quali si riflette anche negli archi narrativi più recenti, poiché Oda ha pensato che solo alcuni degli esponenti della Generazione Peggiore sarebbero giunti nel Nuovo Mondo, in quanto l’autore aveva immaginato che si sarebbe concentrato maggiormente su altri personaggi, arrivato a un certo punto della narrazione.

Uno degli elementi di maggior impatto e che dovrebbe destare l’attenzione dei fan di One Piece è sicuramente la decisione repentina di focalizzare una attenzione maggiore a Trafalgar D. Water Law, un uomo il cui nome ricorda quelli delle due più cocenti sconfitte subite da Napoleone, ovvero le battaglie di Trafalgar e di Waterloo: Infatti, Oda aveva inizialmente pensato che Eustass Kidd sarebbe stato un personaggio molto più importante, ma gli eventi più recenti raccontati nel manga lascerebbero pensare, invece, che una attenzione ancora maggiore sarà invece incentrata su Law, nel futuro.

Tutto questo dimostra come, anche se Oda è solito pianificare con largo anticipo gli eventi che narrerà, non è certo contrario a cambiare alcuni elementi della sua storia in divenire, in maniera tale da creare un intreccio più vario e interessante. Ed è proprio per questo che quello da lui creato è uno dei mondi più ricchi di tutta la storia dei manga e degli anime.

Se siete interessati alla serie animata, vi ricordiamo che One Piece è al momento nel cuore dell’arco narrativo di Whole Cake Island. Per quanto invece riguarda il manga, questo ha iniziato a essere serializzato nel 1997 su Weekly Shonen Jump, celeberrima rivista appartenente al gruppo editoriale Shueisha. Da quel momento, il manga è stato suddiviso in oltre 80 volumi, ed è stato ed è tuttora un enorme successo in tutto il mondo, sia per quanto riguarda il pubblico che la critica. Inoltre, alcuni volumi della collezione hanno infranto i precedenti record di vendita, in Giappone.

Il manga si è anche aggiudicato meritatamente un posto di tutto rispetto all’interno del Guinness World Record, poiché One Piece è in assoluto il manga scritto da un unico autore di cui è stato pubblicato il maggior numero di copie, ed è anche il manga più venduto al mondo, essendo state venduti ben oltre 430 milioni di copie in tutto il mondo.

Concludiamo ricordando che Eiichiro Oda ha di recente dichiarato che circa l’80% della storia di One Piece è già stata narrata nel manga, e questa notizia ha fatto sì che i fan abbiano iniziato a temere che la serie possa giungere a una fine imminente, molto prima di quanto si sarebbero aspettati; tuttavia, possiamo comunque ipotizzare che la fine di One Piece potrà giungere fra alcuni anni, tenendo presente la grande porzione di mondo ancora da esplorare.

Fonte: CB.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui