Panini Comics propone l’edizione integrale di una delle opere fondamentali del fumetto indipendente americano: Concrete del grande Paul Chadwick! Non perdetevi le avventure di uno dei personaggi di culto della letteratura disegnata!

Concrete vol. 1 – Profondità

Autore: Paul Chadwick (testi e disegni)

Casa Editrice: Panini Comics

Genere: Fantascienza

Provenienza: USA

Prezzo: € 18,00, 17 x 26, pp. 208, col.

Data di pubblicazione: marzo 2013

aggiungi al carrello


C’è stato un periodo nella storia del fumetto statunitense denominato del Rinascimento Americano, sviluppatosi negli anni ottanta e contraddistinto dal tentativo di numerosi cartoonist di discostarsi dalle convenzioni grafiche e narrative dei comic-book Marvel e DC. Molti degli autori coinvolti divennero leggendari grazie all’indiscutibile qualità dei loro lavori. Tra essi citiamo Frank Miller, Alan Moore, Art Spiegelmann, Dave Sim e i fratelli Hernandez e la lista potrebbe continuare. Alcuni di loro fecero ottime cose per le major ma il Rinascimento Americano coincise con la nascita di etichette indipendenti non legate ai grandi gruppi editoriali e fu in tale contesto che videro la luce serie innovative come Nexus di Steve Rude, Grendel di Matt Wagner, Zot! di Scott McCloud o American Flagg di Howard Chaykyn, tanto per fare qualche esempio.

concrete 1 1

E tra questi memorabili esiti creativi non si può non prendere in considerazione Concrete di Paul Chadwick. La decisione di Panini Comics di proporre l’intera saga di quello che è un personaggio di culto, secondo l’ordine voluto dall’autore, nell’arco di sette volumi inseriti nella linea 100%, è un evento pari a quello della pubblicazione del Grendel di Wagner. Bisogna specificare che l’operazione svolta da Chadwick fu più radicale di tante altre, specie se ragioniamo sul clima della seconda metà degli anni ottanta. In quel periodo, infatti, andavano di moda character violenti e sopra le righe sulla scia dei supereroi schizoidi ideati da Miller e dal duo Moore/Gibbons.

concrete i concrete f

Concrete non è niente di tutto questo. Apparentemente il suo aspetto potrebbe far pensare a mostri stile la Cosa dei Fantastici Quattro ma sebbene le sue origini siano legate a un esperimento alieno nelle storie ci sono raramente elementi che possono far pensare alle vicende dei giustizieri in calzamaglia. Meno che mai troverete lotte contro super criminali. Non significa che il serial non abbondi di momenti fantasiosi ma l’inventiva di Chadwick ha toni differenti e la delicatezza, la sensibilità e l’intimismo inseriti in ambiti quotidiani sono predominanti.

Ma chi è Concrete? Il suo nome è Ron Lithgow, scrittore che aveva ideato i discorsi di un politico e che per una serie di motivi enigmatici viene rapito dagli alieni e trasformato in una creatura di roccia. Non è dato saperne di più, almeno in questo primo volume che costituisce l’inizio della saga. Il governo statunitense decide di studiarlo, affidandolo a un’avvenente scienziata da cui Concrete si sente attratto e facendo credere all’opinione pubblica che si tratti di un esperimento inteso a creare un esercito di cyborg. Ma Concrete, tra un’analisi e l’altra, non agisce da supereroe. Piuttosto partecipa ai talk show, concede interviste, fa la pubblicità di giocattoli e cerca comunque di aiutare il prossimo.

concrete 1 2

Questo perché Concrete, pur non entusiasta del suo stato, è positivo, ottimista, si sforza di vedere il lato buono in ogni situazione, eccedendo in candore e in ingenuità. Ma non mancano problemi, tra rockstar egocentriche che subiscono minacce di morte, traversate dell’Oceano Atlantico, feste assurde e crolli di miniere. Con un pizzico di humour, Chadwick svolge un’analisi della società americana e dell’approccio che le persone cosiddette normali hanno nei confronti del ‘diverso’. Oltre a Concrete, i personaggi del cast sono ben caratterizzati a cominciare dalla dottoressa Vonnegutt, la scienziata che si occupa di lui, e da Larry, altro scrittore che vive con Concrete e ha un ruolo di primo piano nelle story-line.

I testi e i dialoghi di Chadwick sono intensi e con dialoghi da manuale e ogni frase esprime la poesia e la malinconia di una persona consapevole di non poter  più vivere la vita di un tempo e da tutti considerata alla stregua di un fenomeno da studiare. Sintomatica una delle battute più famose che è presente in una delle storie proposte in questo tp. Un uomo dice, esultante: ‘Un corpo alieno vivente… il sogno di qualunque scienziato!’ E Concrete replica con una battuta magistrale: ‘Con un cervello terrestre. Non dimentichiamolo!’.

concrete 1 3

Ma Concrete è un capolavoro non solo per i testi ma anche per i disegni. Si tende spesso ad affermare che leggendo le storie secondo un determinato ordine si può comprendere in che modo lo stile del penciler si sia evoluto nel corso del tempo. Però è vero fino a un certo punto perché il tratto di Chadwick era già compiuto e maturo sin dal principio. Basti osservare i giochi d’ombra e i chiaroscuri di molte pagine; la fluidità e la leggerezza nella raffigurazione dei personaggi e delle ambientazioni, con un’essenzialità sopraffina.
Numerose tavole hanno una costruzione tradizionale e altre una più inventiva, spesso composte da minuscole vignette dotate di una cinematicità incredibile (osservate quella, senza testo, di Concrete che nuota e capirete) che rimandano, secondo le affermazioni dello stesso Chadwick, ai minuscoli riquadri utilizzati negli anni sessanta da Steranko nelle storie di Nick Fury.

Insomma, se non conoscete Concrete dovete colmare la lacuna e va puntualizzato che l’edizione Panini Comics è ben curata e degna di un’opera pregevole come questa. Non trascuratela.


Voto: 8 ½

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui