I titoli Vertigo sono ormai conosciuti da tutti gli amanti del fumetto e continuano a riscuotere un ampio successo.

La Vertigo ha prodotto numerose opere di rilievo, pubblicate in Italia da Planeta DeAgostini, come Y:L’ultimo Uomo , Preacher, Sandman, Hellblazer e numerose altre.

Al Comic-Con Jeff Lemire, Peter Gross, Rafael Albuquerque, Chris Roberson e Scott Snyder hanno parlato di The Unwritten, American Vampire, Sweet Tooth e IZombie, serie regolari che hanno debuttato da poco ma che sono già destinate a entrare tra “i nuovi classici” della Vertigo.

Agli autori sono state rivolte numerose domande dai fan e da tutti i presenti. L’incontro è iniziato con la presentazione della copertina del sesto numero di American Vampire, insieme alla notizia che in questa uscita i lettori verrano catapultati in una Las Vegas degli anni trenta. Sempre riguardo American Vampire, Albuquerque ha affermato che per il design dei personaggi si è spesso ispirato ai film degli anni ’20.

Riguardo The Unwritten, oltre a presentare la copertina del numero 18 e alcuni disegni del numero 16, gli autori hanno dichiarato che durante la creazione dell’opera hanno cercato di esplorare numerosi generi e si sono detti molto gratificati dal fatto che la serie sia già un successo.

Durante l’incontro, si è parlato dei rapporti tra autori e disegnatori; portando come esempio il caso di Mike Carey & Peter Gross; rapporto solido ed estremamente performante, grazie anche alle ottime relazioni personali che già intercorrono tra i due autori. Gross ha aggiunto “Andiamo insieme in alcuni posti nei quali non andremmo se non lavorassimo insieme”.

Lemire si è soffermato a parlare del suo ruolo sia come disegnatore che come sceneggiatore, dichiarando di essere al lavoro con altri artisti in nuovi progetti nei quali spera di poter esprimere a fondo la sua creatività. Ritornando a parlare di The Unwritten, Gross ha affermato che i punti chiave della storia sono già tutti programmati e scritti, bisogna soltanto decidere come inserirli nell’opera. A riguardo, Lemire ha affermato che personalmente evita di scrivere una storia quando non sa perfettamente come farla finire.

Per quanto riguarda invece IZombie, Roberson, dopo aver presentato alcune pagine del quarto numero, dove verranno svelati nuovi particolari sui Monster Hunter, ha scherzosamente affermato che non vuole assolutamente concludere l’opera e e che continuerà a portarla avanti per sempre.

Parlando di Sweet Totth, invece, sembra che nel numero 11 si concluderà la seconda serie di storie, che ci sarà una sorta di “pausa” nel numero 14 per riprendere poi nei numeri successivi con una gran carica di sangue e azione. In seguito, sono state rivolte domande su tutto il lavoro di ricerca che c’è dietro a queste opere. Gli autori hanno confermato che il lavoro di documentazione è effettivamente molto ampio e dato che alcune storie sono spesso ambientate nel passato, bisogna informarsi in maniera estremamente accurata per evitare di fare errori nella stesura della storia.

Per concludere, Lemire ha annunciato che Rafael Albuquerque si occuperà delle copertine di Superboy.

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui