Da fine Aprile l’Osamu Tezuka Manga Museum proietterà un corto animato ispirato a una storica creazione del Dio dei Manga.

Serializzato su Boken Oh dal 1959 al 1962, Majin Garon diventa un corto animato intitolato Garon The Guardian per festeggiare i 50 anni di Tetsuwan Atom e i 20 anni del museo.

garon the guardian poster

La storia ha per protagonista un gigante di nome Garon, il quale giunge dallo spazio sulla Terra minacciando l’estinzione dell’umanità. Una ragazza crede che Garon non sia malvagio ed entra in contatto con Pick, un bambino contenuto nel corpo dell’imponente alieno. L’esercito, tuttavia, si prepara a un attacco nucleare contro Garon.

È la prima volta che il personaggio gode di un anime tutto suo, in passato è invece comparso come comprimario in altri anime tratti dai lavori di Osamu Tezuka come Atom.

L’episodio, della durata di 22 minuti, è il frutto della collaborazione tra i veterani della Mushi Productions, i giovani talenti della Tezuka Productions e il Dipartimento di Arti Creative dell’Università dell’Arte di Osaka.
Soji Yoshikawa (Lupin III: La pietra della Saggezza) ha diretto il progetto con il direttore dell’animazione Michinosuke Nakamura (Jungle Emperor Leo 2009, Sakamichi no Apollon) e il produttore Ryousuke Takahashi (Soko kihei Votoms, Aoki Ryusei SPT Layzner).

Le proiezioni si terranno dal 27 Aprile al 14 Maggio presso il museo del manga in memoria di Osamu Tezuka aperto a Takarazuka (prefettura di Hyogo).

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui