Il primo numero di Witch Doctor non delude chi si era aspettato tanto dalla serie pubblicata negli Usa dall’etichetta di Robert Kirkman.

Witch Doctor n. 1 – Sotto i ferri

Autori: Brandon Seifert (testi), Lukas Ketner (disegni).

Casa Editrice: Saldapress.

Provenienza: Usa.

Genere: horror-comedy.

Prezzo: 13,50 Euro

Data di pubblicazione: Marzo 2013


L’idea non è affatto male, tutt’altro. Il primo volume di Witch Doctor, serie firmata dagli statunitensi Brandon Seifert e Lukas Ketner e portata in Italia dalla Saldapress, riesce a lasciare il segno.

Si tratta di un lavoro originale e – sia detto tra virgolette – plausibile. Originale perché chi lo ha scritto non si è limitato ad aggiungere mostri a mostri, puntando più sulla loro “qualità”, sulla loro reinterpretazione in chiave moderna e dinamica, che sulla quantità; plausibile per il tentativo dei due autori provenienti dall’Alaska di dare una patina di verità biologica e medica alle creature che infettano il mondo malato che fa da sfondo alla serie.

In “Sotto i ferri”, numero uno di Witch Doctor, conosciamo quelli che saranno i protagonisti della serie: Morrow, stregone dall’aspetto folle specializzato in medicina sopranaturale che maneggia una versione modernizzata della spada nella roccia, il che lo rende destinato a salvare il mondo; l’energico paramedico Eric Gast, che nasconde di certo un passato burrascoso alle proprie spalle; l’inquietante Penny Dreadful, aiutante e al tempo stesso paziente di Morrow.

Nei quattro capitoli di cui si compone l’albo inaugurale della serie – c’è anche, alla fine, un capitolo zero – si fondono diverse tipologie di mostri, dando al volume a metà tra horror, grottesco e commedia, un aspetto fresco, dinamico e innovativo. Nelle 13o e passa pagine impariamo a conoscere il protagonista, che è chiamato a intervenire contro nemici che la medicina tradizionale è inadatta a sconfiggere: demoni, fate, uomini-pesce, vampiri parassiti.

Gli autori mescolano suggestioni lontane e diverse, pescando dalla letteratura – molto forte la presenza dello scrittore visionario H.P. Lovecraft – ma anche del folklore e dalla cultura popolare. Il risultato è un mix davvero ben equilibrato, che non dà sensazioni di già visto né sconvolge e disorienta eccessivamente il lettore. Il primo Witch Doctor è in grado di avvincere e spaventare, ma fa entrambe le cose in maniera piacevole, divertente. Del resto è horror, ma anche comedy.

Il volume si presenta con ottimi disegni, che sanno essere chiari e prodighi di particolari, angoscianti e decadenti, e che rendono appieno, anche grazie alla validità della colorazione, le atmosfere del mondo infetto nel quale opera il nostro Witch Doctor. Ottime le pagine introduttive e finali, con un glossario dei termini più  difficili e qualche commento degli autori sui personaggi più rappresentativi. Una chicca in più che contribuisce con tutto il resto a far sì che, al termine della lettura, si è subito pronti a leggere il seguito.


Voto: 8

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. questo invece l’ho letto con grandi aspettative e sono rimasta delusa.
    avevo grande aspettative, a giudicare dalle lodi unanime, ma mi ha solo annoiata.
    non un bocciatura definitiva, ma viaggia sul filo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui