Giovedì 4 aprile, in concomitanza con l’apertura del Romics, Fumettology torna su Rai 5 con uno speciale di un’ora. Il giorno seguente, invece, prevista una maratona di 5 ore.

Fumettology torna in televisione. Giovedì 4 aprile, infatti, la trasmissione andata in onda tra fine 2012 e inizio 2013 sarà riproposta con uno Speciale che raccoglie gran parte di ciò che non è rientrato nelle dieci puntate che hanno composto il programma.

La durata di Speciale Fumettology è di circa un’ora, ed esso è concepito come una sorta di extra da dvd che ripropone le voci delle tante personalità intervistate per la realizzazione dellu puntate regolari. Andrà in onda come di consueto su Rai 5, sul canale 23 del digitale terrestre.

L’appuntamento è a partire dalle 21:15 circa del 4 aprile, giornata inaugurale di Romics, il festival del fumetto e dell’animazione di Roma.

Il giorno successivo, venerdì 5 aprile, invece, sarà la volta di “Maratona Fumettology”, che prevede la riproposizione integrale di tutte le dieci puntate del programma a partire dalle 24:00 e fino alle 5:00.

Ma Fumettology sarà protagonista anche del Romics: domenica 7 aprile, infatti, è in programma la proiezione della puntata dedicata a John Doe presso la Fiera di Roma a partire dalle 14:30, a cui seguirà un dibattito con i protagonisti del fumetto italiano, gli autori e il regista di Fumettology.

Tra questi anche Roberto Recchioni, creatore di John Doe nonché sceneggiatore di Tex e Dylan Dog, Mauro Uzzeo, sceneggiatore di John Doe, ed Emiliano Mammucari, disegnatore della stessa serie. L’incontro potrà essere seguito anche via Facebook e Twitter.

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. Presentare Recchioni come uno sceneggiatore di Tex è prematuro, dato che se anche da tempo circolano voci su di un suo soggetto per Aquila della Notte a noi, comuni mortali, non ci è ancora dato di leggerlo e quindi di darne un giudizio. John Doe non mi è mai piaciuto, tanto meno il suo Master Morbi. Vorrei ricordarvi che Recchioni ha esordito con quella pataccata di Pugno (uno spaghetti manga della Comic Art) del quale era anche disegnatore. Il Tex migliore è quello di Manfredi, Faraci e Boselli; che riescono a rendere accattivante un personaggio dopo 600 e passa episodi. A differenza di Dylan Dog, calato vertiginosamente negli ultimi anni, anche la Barbato è stato un fuoco di paglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui