Il manga di Miyuki Abe ispirato a un famoso classico sui samurai ottiene una seconda serie.

Il numero di maggio della rivista Asuka Ciel, edita dalla Kadokawa Shoten, annuncia la produzione di una seconda serie per l’anime Hakkenden- Touhou Hakken Ibun, letteralmente La strana storia degli otto cani dell’Est.

L’anime, la cui prima serie composta da 13 episodi è andata in onda in Giappone a partire dal 5 gennaio 2013, è ispirato all’opera manga di Miyuki Abe, un fantasy che reinventa un classico sui samurai,  Nansou Satomi Hakkenden, adattandolo a un pubblico femminile grazie a protagonisti maschili di grande bellezza ed elementi magici e soprannaturali.

La storia narra di una terribile pestilenza abbattutasi sugli abitanti del villaggio di Ootsuka e di un unico sopravvissuto che stringe un patto con un uomo misterioso e ottiene il ritorno in vita dei suoi due cari amici. I tre trovano quindi rifugio presso una Chiesa e cinque anni dopo questi avvenimenti li ritroviamo ancora insieme. Shino, il protagonista, è in possesso della Spada demoniaca  ‘Murasame’, che si dice ‘contenga la vita’ e sulle cui tracce si metterà la Chiesa, in un crescendo di intrighi, rivelazioni e colpi di scena.

Il promo della prima serie:

L’adattamento del manga a serie animata è dello Studio Deen, a cura del regista Osasumi Yamasaki, del direttore degli episodi Mitsue Yamasaki e del designer Hiromi Kato.

Il fantasy shoujo è stato serializzato a partire dal 2005, nei suoi 13 volumi, su Ichiraci della casa editrice Tosuisha; poi i diritti sono stati acquistati da Kadokawa Shoten, che ne ha ristampato i primi 13 volumi, e ne ha ripreso la serializzazione sul magazine Asuka Ciel.

In Italia i diritti del manga sono stati acquistati daGoen che sembra decisa a pubblicarlo a partire dal 2014.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui