Ghost in the Shell Arise: come realizzare la mimetizzazione termo-ottica

Pubblicato il 23 Marzo 2013 alle 10:00

Con tanto ingegno e poca tecnologia è stato ricreato il celebre effetto di mimetizzazione termo-ottica, caratteristico del mondo di Ghost in the Shell.

Per promuovere l’uscita della nuova miniserie animata Ghost in the Shell Arise, nel corso dell’evento di presentazione della stessa un gruppo di artisti ha ideato un’attrazione per i visitatori in cui è stato possibile sperimentare l’effetto di mimesi tipico della serie.

A seguire il video che spiega la preparazione:

Nel 2011 Production I.G offrì un’applicazione di mimetizzazione per iPad, iPhone e iPod, mentre nel 2002 il laboratorio Tachi dell’Università di Tokyo provò a sviluppare un congegno reale.

Ghost in the Shell Arise è ambientato nel 2027, due anni prima dell’originale, e ci racconterà come Motoko Kusanagi sia diventata il personaggio che tutti conosciamo.

L’anime si comporrà di 4 video da 50 minuti l’uno, diretti da Kazuchika Kise e sceneggiati da Tow Ubukata presso Production I.G. Il primo episodio arriverà in estate: l’uscita nei negozi verrà anticipata da proiezioni in anteprima in alcune sale cinematografiche selezionate.

La trasposizione manga è già in corso su Monthly Young Magazine di Kodansha.

Articoli Correlati

La storica serie animata di MTV sta per trovare nuova vita: il revival di Beavis and Butt-Head infatti è in procinto di...

06/01/2022 •

12:59

Nel corso delle sequenze apparse nel presente del secondo episodio di The Book of Boba Fett è apparso brevemente un wookie nero...

06/01/2022 •

12:12

Con l’uscita nelle sale di Multiverse of Madness, l’attenzione verso il personaggio del Dottor Strange sarà...

06/01/2022 •

11:40