Lo sceneggiatore discute le trasposizioni dei due prossimi cinecomics dedicati ai mutanti Marvel.

A proposito di Wolverine l’Immortale ha dichiarato: “La triste realtà di Hollywood, specialmente per quanto riguarda i fumetti, è che non c’è mai un adattamento fedele del materiale originale. Watchmen è stata l’unica eccezione. The Wolverine era un progetto che la produttrice Lauren Shulen Donner voleva fare fin da quando ci siamo conosciuti, quindici anni fa. Adorava la storia che io e Frank Miller avevamo scritto e voleva portarla sullo schermo.

La sceneggiatura originale di Christopher McQuarrie era fantastica. Darren Aronofsky doveva dirigerlo ma, dopo gli Oscar dell’anno scorso, ha deciso che aveva cose più urgenti da fare e ha lasciato il progetto. Il nuovo regista voleva portare i suoi sceneggiatori ed esprimere la sua visione. Per quel che ho capito, ha cambiato cose considerevoli dalla storia originale. Credo ci sia una foto di Hugh Jackman con gli artigli d’osso. E’ fantastico ma non è nella mia storia. Credo sia cambiato considerevolmente. Lo scopriremo quest’estate.”

Su X-Men – Giorni di un Futuro Passato: “Ho letto che Bryan Singer voleva inserire Apocalypse nella storyline del film, il che sarebbe una significativa evoluzione dal materiale originale. Questa è la natura di Hollywood e l’approccio ai prodotti Marvel. C’è una tremenda sinergia tra i concetti esistenti e il film prodotto finito. Ho contribuito per primo a convincere la Fox a produrre il concept. La produzione era pronta a partire tra il 1998 e il ’99. Ho avuto la serenità di scrivere un memo che ha convinto sia Lauren, la Fox e Bryan che fosse un progetto fattibile.”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui