L’Agenzia per gli Affari Culturali premia Hiroyuki Okiura, regista di Jin-Roh e Una Lettera per Momo

1
L’Agenzia per gli Affari Culturali del governo giapponese ha annunciato i vincitori del 63° Premio di Incoraggiamento all’Arte del Ministero dell’Educazione, della Cultura, dello Sport, della Scienza e  della Tecnologia.

Quest’anno il premio Shinjin (volto nuovo) per la categoria Media Arts è andato a Hiroyuki Okiura, regista di Jin-Roh (Yamato Video) e Una Lettera per Momo (Dynit).
Okiura è stato scelto per la sua abilità nel catturare la potenza dell’espressione attraverso il disegno a mano in Una Lettera per Momo, e per il modo in cui ha utilizzato le due ore del film per costringere la protagonista Momo ad affrontare le sfide della crescita.

Lo scorso anno Una Lettera per Momo ha vinto il Gran Premio come Miglior Film all’International Children’s Film Festival di New York, il premio principale all’AniFest della Repubblica Ceca e il sesto Asian Pacific Screen Awards come miglior film animato; quest’anno è stato candidato al Japan Academy Prize, poi vinto da Wolf Children.

L’attrice Sakura Ando ha invece vinto lo stesso premio ma nella categoria film per il ruolo di Gamuko nella trasposizione dal vivo di Ai to Makoto, diretta da Takashi Miike e tratta dal manga originale di Ikki Kajiwara. La giuria ha elogiato la sua travolgente personalità e il suo talento genuino di attrice, capaci di innalzare la qualità generale della pellicola.

Il premio generale è stato istituito negli Anni 50, mentre il premio Shinjin risale agli Anni 60; soltanto da cinque anni si premia la categoria Media Arts, destinata alle nuove forme di espressione come anime, manga e videogiochi.
Takehiko Inoue è stato premiato nel 2009, Mamoru Hosoda nel 2010, Tatsuyuki Nagai (regista di AnoHana e Toradora!) nel 2012.

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui