Continuano le entusiasmanti avventure del Preside Wolverine e i suoi X-Studenti!

Wolverine e Gli X-men # 10 – Recensione

Autori: Jason Aaron,Nick Bradshaw, Rick Remender, Phil Noto, Carey & Man

Casa editrice: Panini Comics

Provenienza: Stati Uniti, 17×26, S., 80 pp., col.

Genere: Supereroistico

Prezzo: 3,50 euro

Anno di pubblicazione in Italia: 2013


Da quando la Forza Fenice è giunta sulla terra terra la situazione è precipitata: l’entità cosmica, inavvertitamente divisa dal geniale Tony Stark, si è unita a Ciclope, Namor, Emma, Magik e Colosso, potenziandoli oltre ogni immaginazione e rendendoli pericolosi. La loro Utopia si è estesa al mondo intero mentre i Vendicatori appaiono sempre meno in grado di contrastarli. Ma proprio durante la ricerca di Hope, presa in custodia dai Vendicatori, Ciclope ed i suoi dovranno fare i conti con una nuova minaccia: Gladiatore, sovrano degli Shi’ar e padre di Kid Gladiator, giunto sulla terra per Eliminare la Forza Felice e riportare il figlio sul pianeta natio. Lo scrittore Aaron coglie l’ occasione per mostrarci le origini e la crescita di Ava’Dara Naganandini, alias Warbird, guardia del corpo dello stesso figlio di Gladiatore.

Le scene dell’assedio di Utopia da parte dell’armata Shi’ar sono magistralmente intervallate da lunghi Flashback; il passato di Ava è intriso di sangue e violenza, una Warbird non può conoscere emozioni come la pietà e la compassione. Intanto la scontro infuria, persino il possente Sovrano Shi’ar cade sotto i colpi possenti di Ciclope, Namor e Colosso. L’episodio in questione è il n.13 della testata originale e andrebbe letto, vista la presenza di Namor tra il capitolo 6 e 7 di AvX. Il secondo episodio di Wolverine e Gli X-men è incentrato sull’evoluzione del complesso e mai semplice rapporto tra la Vicepreside della Jean Grey School Kitty Pride e il coriaceo Colosso.

Tra i due vi è un tagliente scambio di vedute tra le rispettive posizioni; ben presto la discussione degenera, Colosso( o fenice?) perde il controllo e minaccia di distruggere la scuola. L’intervento tempestivo di Kitty, coadiuvata da Peggy e Deathlock, riesce a far rinsavire Peter che stranito batte in ritirata. I Phoenix Five, ormai succubi del loro stesso potere, somministrano al mondo gli editti di Utopia sconfiggendo un vendicatore dopo l’ altro; l’ultimo a cadere è Ben Grimm.

La lunga e rocambolesca avventura di X-Force, “Final Execution”, giunge al suo terzo capitolo. Il team di assassini più famosi del Marvel Universe è al centro di una macchinosa operazione tesa ad eliminarne i componenti, momentaneamente divisi, nonché gli stessi studenti di Logan in viaggio alle rovine di Genosha. Nell’ultimo numero, Logan e Kurth in missione di salvataggio, erano stati catturati dal temibile Clan Omega, i cui membri altri non sono che i cloni del defunto Omega Red. Contemporaneamente Phantomex riceve la “visita”di Mistyca e Psylocke è in preda a terribili visioni. A tessere le fila di questa macchinazione altri non c’è che Faruk, Il re delle Ombre. Lo scrittore Rick Remender, dopo la deludente saga di Altromondo, recupera la sua brillantezza e il suo classico modus operandi: divide il team per mostrarci i personaggi nella loro più profonde e tormentate sfumature.

X-Men Legacy fa una pausa, lasciando spazio, ad un recupero inerente allo scontro tra vampiri e X-men;un simpatico interludio senza infamia e senza lodo.


Voto: 7

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui