L’attesa è finita: Dylan Dog Collezione Storia arriva in edicola. Ad inaugurare la nuova collana in quadricromia un’intervista a Tiziano Sclavi, di cui riportiamo i passaggi più significativi.

Trecentoventi pagine, di cui 282 a fumetti contenenti tre albi completi, interamente a colori. Testi introduttivi a firma di Luca Raffaelli, Luca Crovi, Maurizio Colombo. Copertine realizzate da Bruno Brindisi.

A quello che normalmente saranno i volumi di Dylan Dog Collezione Storica si aggiunge, nell’uscita inaugurale, in edicola da giovedì 21 febbraio, una delle rare interviste concesse da Tiziano Sclavi.

Il primo volume della terza Collezione a Colori, dopo Tex e Zagor, contiene le prime tre uscite in edicola dell’Indagatore dell’Incubo – al prezzo di 1€ in più rispetto a Repubblica o l’Espresso – e apre una ristampa destinata a durare per 50 volumi, ma passibile anche di estensioni, come già accaduto per i suoi predecessori.

Nell’intervista pubblicata nel volume inaugurale, Tiziano Scavi ha sottolineato come le storie in quadricromia rappresentino il modo migliore per scoprire o riscoprire la serie a cui diede i natali oltre un quarto di secolo fa.

L’autore si è anche detto commosso per l’onore di veder dedicato al proprio personaggio una collana del genere, e di non vedere quest’ultima come una semplice ristampa, ma piuttosto come: «uno di quei film restaurati che, a distanza di tanti anni, tornano di nuovo nelle sale, nei cinema di prima visione, come novità. Spero che sia una novità per tutti i lettori, vecchi e nuovi».

Alla domanda, poi, su quanto sia cambiato Dylan Dog nel corso del tempo, il suo creatore, che però da tempo non scrive più, ha risposto: «È cambiato molto, e spero che cambierà ancora molto. Non è uno di quei personaggi monolitici sempre uguali a se stessi, deve cambiare per sopravvivere. Quindi nel suo futuro vedo e spero tante idee nuove».

Per quanto riguarda invece i motivi del successo del personaggio: «Ci ho provato, ma senza risultato. Magari potessi spiegarmelo: avrei una “ricetta” formidabile per creare tante altre cose, vendere ancora tanto e guadagnare tanti altri soldi (ebbene sì, sono venale, ma i soldi in questo mestiere sono importanti: sono l’unico modo che ha la società per apprezzare quello che fai)».

Alla fine dell’intervista concessa a Repubblica/l’Espresso, Sclavi racconta anche un episodio simpatico che, indirettamente, riguarda Dylan Dog: «Milano, primi anni Novanta. Parcheggio in sosta vietata per entrare un minuto in un negozio. Quando esco trovo lì un vigile furioso. Dice che ho fermato il traffico fino a Monza. Mi scuso molto, voglio pagare la multa. Mi chiede i documenti. Esamina accigliato la patente. “Tiziano Sclavi… Questo nome mi dice qualcosa…” Io mi sento svenire, mi cedono le gambe: ecco, è finita, sono schedato in questura. Per cosa non saprei, ma non ha importanza, sono in pieno Kafka. Mentre trattengo a stento le lacrime, quello fa: “Lei scrive i fumetti? Dylan Dog?”. Era l’ultima cosa che mi sarei immaginato. Mette via il libretto, non mi fa neanche la multa, si limita ad ammonirmi. Che posso dire? Devo ringraziare Dylan: mi ha salvato dalla prigione».

L’appuntamento con la seconda uscita della storica di Dylan Dog è per giovedì 28 febbraio. Le uscite, infatti, avranno cadenza settimanale e dalla 2° in poi costeranno 7,90€. Il prossimo volume – del quale qui sotto è presentata la copertina di Brindisi – conterrà gli episodi: Il fantasma di Anna Never, Gli Uccisori e La bellezza del Demonio.

telegra_promo_mangaforever_2

5 Commenti

    • Anche io ero curioso di sapere come hanno colorato questi volumi,se il colore è dato come quello come quello dei Color Fest Ok ,mi faccio anche questa colezzione, altrimenti se è come quello di Zagor o Tex ,non mi garba.

  1. Neanche lontanamente simili a quelli del Color Fest i coloro. Sono semplici colori in quadricromia. La carta utilizzata è scadente e gli enormi spazi bianchi sopra e sotto le vignetta infondono un enorme senso di vuoto.
    1€ è il prezzo giusto, se non fin troppo.
    Peccato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui