Rivelati i dettagli del progetto Ghost in the Shell Arise.

Nel corso dell’evento di lancio dedicato a Ghost in the Shell Arise Production I.G ha annunciato che il progetto, diretto da Kazuchika Kise e sceneggiato da Tow Ubukata, si comporrà di 4 mediometraggi da 50 minuti l’uno.

Il primo episodio, intitolato Border 1: Ghost Pain, uscirà nelle videoteche giapponesi il 26 Luglio, e, sulla scia di Gundam Unicorn e Yamato 2199, godrà anche di proiezioni limitate  in anteprima nelle sale per due settimane a partire dal 22 Giugno, occasione in cui sarà possibile acquistare il Blu-ray dell’episodio in anticipo (prezzo 80 euro circa, con sceneggiatura allegata).

L’opera è ambientata nel 2027, due anni prima dell’originale, e ci racconterà come Motoko Kusanagi (doppiata da Maaya Sakamoto, che ha iniziò carriera intepretò la protagonista alla fine del primo film) sia diventata il personaggio che tutti conosciamo.

Stando al presidente della I.G, Mitsuhisa Ishikawa, uno degli obiettivi della produzione è di mostrare la forza dell’animazione 2D in un mondo che sembra abbracciare sempre di più l’animazione tridimensionale.

Gekkan Young Magazine ospiterà una trasposizione a fumetti della miniserie, Nemuranai Me no Otoko, a partire dal 13 Marzo; Jun’ichi Fujisaki (Blood-C, GITS Stand Alone Complex) scriverà la storia, disegnata da Takumi Oyama.

A seguire il primo trailer, le cui frasi di lancio recitano:

 “A.D. 2027.
Il suo nome è Motoko Kusanagi.
Legata all’Unità Segreta 501 dell’Esercito.
Pesantemente cyborg.
Ego.
Ricordi.
Speranze per il futuro.
Qual è la prova della mia esistenza?
Tutto ha inizio da qui.”

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. Ho letto lo staff tecnico nell’articolo succesivo
    e mi sono emozionato:
    questa serie è una bella notizia per gli appassionati
    di fantascienza anime.
    Tutto sommato è stata una buona cosa che la Production I.G.
    abbia praticamente tolto Ghost in the shell dalle mani di Masamune Shirow: ha perso l’ispirazione e i suoi ultimi lavori sono pesanti da leggere; ho fiducia in Kise e Ubukata perchè credo che abbiano abbastanza talento per inventare qualcosa di interessante (anche se dovrebbero staccarsi un’pò di più dall’imprint di Mamoru Oshii)
    abbiano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui