Nel corso dell’ultima puntata di Tizzoni d’Inferno Mauro Boselli, curatore di Tex, annuncia che è in lavorazione uno spin-off a colori delle avventure di Aquila della Notte.

Chiacchierate a ruota libera sul mondo del fumetto. Si possono riassumere così le sempre interessanti puntate di Tizzoni d’Inferno, il podcast sul mondo delle nuvole animate ideato e condotto dallo sceneggiatore varesotto Tito Faraci.

Nel corso dell’ottava puntata, registrata a inizio febbraio, l’ospite d’eccezione è Mauro Boselli, autore di Tex, Zagor, creatore di Dampyr nonché curatore della testata ammiraglia delle Sergio Bonelli Editore, quella di Aquila della Notte appunto.

Nella mezz’ora di durata della puntata Boselli certo non ha lesinato importanti notizie, la principale delle quali riguarda proprio Tex.

«Non voglio svelare gli altarini nascosti, però stiamo preparando una nuova serie, una sorta di spin-off all’interno di Tex nel quale metteremo alla prova nuovi disegnatori, anche se per il momento non sono previsti nuovi sceneggiatori, ma chissà mai» ha confessato lo sceneggiatore e curatore, che poi ha aggiunto: «Non solo il Texone per la sperimentazione, dunque, ma anche questa nuova serie a colori. Saranno racconti più brevi e secchi, delle short story. Non credo che sarà un successo clamoroso, perché il lettore classico di Tex è abituato a storie lunghe, epiche, quasi interminabili, ma potrebbe servire per avvicinare nuovi lettori che credono che con Tex non si possano raccontare storie moderne e interessanti. Non è certo così: hanno dei pregiudizi».

La notizia ha confermato un po’ quello che il conduttore Faraci sosteneva, ossia che Tex rappresenta un grosso territorio di sperimentazione all’interno dei fumetti bonelliani.

Boselli ha poi parlato della difficoltà di lavorare a Tex: «La nostra è un’impresa titanica perché dopo seicento e passa numeri è difficile scrivere avventure nuove, ma assolviamo questo compito credo benino. Noi lo facciamo cercando di accontentare tutti i 250mila lettori netti che seguono Tex, anche i maldipancisti».

Il discorso si è poi esteso allo stato di salute della Bonelli e della collana western: «La Bonelli è un miracolo di creatività e imprenditorialità. Bisogna rassicurare i lettori sul fatto che il passaggio di consegne al figlio di Sergio Bonelli, Davide, non comporterà alcun cambiamento. Anche quest’ultimo lavorerà per proteggere i personaggi e i collaboratori della casa editrice paterna. Si continuerà ad evitare la pubblicità sugli albi e gli aumenti di prezzo».

«Lo stato di salute di Tex – ha aggiunto – è ottimo, si è perso solo il 2% di lettori nell’ultimo anno, che è una cifra poco significativa visto il periodo di crisi».

Il curatore delle avventure del ranger in camicia gialla ha poi confessato che tornerà a scrivere storie per Zagor, storie che faranno parte del ciclo sudamericano. Una di esse avrà come protagonisti i cangaceiros, un’altra, invece, disegnata da Michele Rubini, vedrà lo Spirito con la Scure impegnato contro i dinosauri.

Per quanto riguarda Dampyr, infine, Boselli ha dato notizia del futuro arrivo in edicola di una storia disegnata da Paolo Bacilieri, di un’altra a cui sta lavorando Nicola Genzianella – che è a lavoro anche su una breve storia di Tex – ambientata nel Cairo dell’antichità. Nella serie horror, poi, è stato anche arruolato Esteban Maroto.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui