Anno straripante di novità per Dylan Dog, con graditi ritorni di autori e storie di successo che diventano trilogie, oltre che, ovviamente, l’approdo nella Collezione Storica. Lilith, invece, sarà impegnata in Africa, tra Congo ed Egitto.

Dylan Dog

Dell’annata di Dyaln Dog abbiamo già avuto modo di rivelare un’importante novità: l’approdo dell’Inquilino di Craven Road nella Collezione storica a Colori a partire dal 21 febbraio.

Sempre nel secondo mese dell’anno, poi, oltre al Maxi invernale affidato per quanto riguarda i disegni a Piccatto, ritorna Ugolino Cossu che, su testi di Giovanni Di Gregorio, regala una storia divertente e splatter dal finale tutt’altro che scontato sulle cosiddette leggende urbane.

Altro ritorno sarà quello di Roberto Rinaldi, assente dalla serie mensile dal 2006 ma spesso firma dei volumi extra. A marzo, in collaborazione con lo sceneggiatore Giancarlo Marzano, realizzerà una storia piena di malinconici spettri e zombi vendicativi.

Non pensino i lettori che le novità finiscano qui. Il piatto forte del 2013 saranno infatti due prequel di una mitica storia breve a firma di Bilotta e Di Giandomenico, “Il pianeta dei morti”, apparsa nel secondo Color Fest e imperniata su un ipotetico futuro in cui gli zombie dominano il mondo e nel quale l’ispettore di Scotland Yard Dylan Dog combatte una guerra persa contro la malvagità del potere.

Ad aprile, infatti, sempre nel Color Fest, si leggerà una nuova avventura di Bilotta ambientata in questo universo e si scoprirà come è cominciata l’epidemia di non morti che ha avuto come sua prima vittima Groucho. Disegni e colori del volumone colorato numero 11 e dedicato nel complesso agli universi paralleli sono di Paolo Martinello, Alessandro Bignamini, Raul & Gianluca Cestaro e Luca Raimondo.

La conclusione della trilogia del paineta dei morti ci sarà infine a Novembre, nel Gigante numero 22. La storia di novantaquattro tavole realizzate da Daniela Vetro, prima disegnatrice donna della serie, è collocata temporalmente tra i due precedenti episodi dell’avventura. Si aprirà con il funerale di Lord H.G.Wells e si concluderà con un’altra morte eccellente.

Lilith

Nella prima delle due avventure del 2013 Lilith dovrà affrontare le insidie della giungla equatoriale del Congo belga di fine ottocento, paese nel quale sta cominciando il brutale sfruttamento del territorio nonché la riduzione in schiavitù dei nativi.

Parallelamente, i grandi esploratori occidentali mappano per la prima volta questo immenso paese.

La crononauta incrocerà proprio uno di loro, Henry Morton Stanley, impegnato nella disgraziata spedizione in soccorso di Emin Pascià, governatore di Equatoria minacciato dall’insurrezione del Madhi. Ad affiancarla, Joseph Conrad, al comando del battello a vapore “Roi des belges”, in navigazione sulle acque del fiume Congo.

Nella seconda avventura dell’anno, Lilith si ritroverà nelle sabbie del deserto egiziano, nel pieno della campagna napoleonica, nel corso della quale l’Armata d’Oriente francese si scontra violentemente contro i mamelucchi fedeli all’impero Ottomano. Frattanto i “savant”, fatti venire da Bonaparte insieme ai militari, ritraggono e catalogano le meraviglie architettoniche del Paese Eterno.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui