Recensione Incorruttibile 1 – Italycomics

5

Autori: Mark Waid (testi), Jean Diaz (disegni)
Casa Editrice: Italy Comics
Provenienza: USA
Prezzo: € 0,40 + Alastor mega 157 €1,20 (edizione variant), €3,00 edizione normale


Provo molto imbarazzo scrivendo questa recensione. E sinceramente non so come verrà considerata. Innanzitutto, per onestà, devo confessare che non sopporto Mark Waid. In passato, ho apprezzato le sue run di Flash e di Captain America, ma il resto della sua produzione mi lascia freddo. Per giunta, in certi casi, mi disgusta (basti pensare alla sua orripilante sequenza di Fantastic Four); perciò, di solito quando ho a che fare con Waid, tendo a girare al largo.

Come tutti sanno, oggi Waid è una delle menti della casa editrice indipendente Boom! Studios e sta, peraltro, ottenendo un buon riscontro con la serie Irredeemable, dedicata al Plutoniano, un super-eroe diventato, per una serie di circostanze, un temibile criminale. A quanto mi risulta, i prodotti super-eroistici targati Boom! Studios stanno ricevendo consensi e giudizi sostanzialmente positivi, almeno a giudicare da ciò che si legge nei siti fumettistici, e Italycomics sta proponendo i prodotti più rappresentativi dell’etichetta.

Tra questi c’è Incorruttibile, il cui numero uno ho peraltro acquistato abbinato al Mega di luglio, e, anche in questo caso, si tratta di un’opera di Mark Waid. Perché, quindi, recensirlo mi imbarazza? Prima di rispondere, vorrei collegarmi ad Alan Moore. In una recente intervista, Alan, giudicando negativamente il crossover Blackest Night della DC, ha denunciato la scarsa capacità e volontà delle major statunitensi di svecchiare i comics e la loro tendenza a ripercorrere sempre le stesse strade narrative.

Si può essere o no d’accordo con tali affermazioni (anche se credo che Moore una parte di ragione ce l’abbia), ma mi chiedo: le indies cosa fanno? Cercano, appunto, di sperimentare nuove strade o si limitano a scopiazzare i fumetti Marvel e DC? E, nella fattispecie, come si inserisce Incorruttibile nel discorso? Bisognerebbe partire da Irredimibile. Il Plutoniano, che esalta qualcuno, è, a mio parere, una parodia piuttosto risaputa di Superman; una sua versione cattiva che, comunque, può risultare interessante.

Incorruttibile è imperniata su un ex avversario del Plutoniano, Max Damage, dotato di forza e pelle sovrumane, e che può resistere a una lotta contro il Plutoniano, appunto. A differenza del suo nemico, ha deciso di diventare un super-eroe, aiutato dalla bella Jailbait. Francamente, a giudicare dal primo numero, Incorruttibile non mi sembra niente di eccezionale. I testi sono inesistenti o quasi e, quando ci sono, non vanno oltre i soliti cliché super-eroistici. E i disegni di Jean Diaz, pur efficaci, sono sull’anonimo andante.

In poche parole, la serie non mi ha comunicato nulla né mi ha suscitato emozioni, positive o negative che siano. È il vuoto. È un insulso tentativo di porsi sulla scia dei fumetti Marvel e DC e, in questo senso, è la prova che forse Alan Moore, con la sua analisi degli attuali fumetti statunitensi, non si è sbagliato.

Mi direte che un solo episodio non è sufficiente per farsi un’idea articolata di un serial e avreste ragione. Però il primo numero è sempre importante e dovrebbe incuriosire il lettore, invogliandolo a leggere il seguito. Io non mi sento invogliato dal solito duro tutto d’un pezzo con la personalità di un frigorifero che mi propina Waid.

Incorruttibile è una semplice serie di intrattenimento senza pretese, nel senso deleterio della definizione. E mi domando: siamo sicuri che i tanto decantati comics Boom! Studios siano roba buona? O, più semplicemente, possono essere definiti con un termine che inizia con la esse e finisce con la a?

 


Voto: 4

telegra_promo_mangaforever_2

5 Commenti

  1. Anche a me questo primo numero ha detto poco, anche se come giudizio sono meno critico, non è inferiore alla maggior parte delle proposte supereroistiche americane.
    Può essere che sul voto dipenda una delusione legata al pensare che un fumetto Indie debba sempre e comunque nascere per dire qualcosa e non solo per seguire un filone o che da Waid ci si aspetti sempre e comunque dei lavori di un minimo livello.
    Al di là del fatto che ho qualche dubbio nel considerare Incorruttibile (ma in generale i lavori Boom, tranne quelli di DeMatteis&Giffen) un fumetto Indie, ormai queste sono etichette in tutto per tutto simile alle 2 major semplicemente sono solo (molto) più piccole, o meglio sono etichette che propongono materiale “classico” ma di cui mantengono i diritti gli autori.
    Dalla nascita dell’Image (o forse ancor prima con la Valiant di Shooter) ad oggi il panorama delle etichette “indipendenti” è costituito anche da questi tipi di soggetti.

  2. Forse Alan Moore dovrebbe spiegare anche il significato del termine recensione dato che questa è vuota di ogni contenuto reale se non qualche insulto e peggio ancora una bella illazione gratuita.

    Leggo “ha deciso di diventare un super eroe aiutato dalla bella Jailbait”
    Alla prima parte manca il perchè lo ha deciso (e non puoi dirlo perchè dovresti leggere almeno il numero due), la seconda è proprio sbagliata perchè, AL CONTRARIO, Jailbait tutto vuole fare tranne che aiutarlo (e capisco che Waid non ti piace però se si vuole recensire un suo fumetto bisogna almeno leggerlo).

    Comunque a me può stare bene tutto, che il recensore ce l’abbia con Waid perché non gli sono piaciuti i suoi FQ, che definisca il numero 1 vuoto producendo una recensione altrettanto vuota, che metta le mani avanti tirando fuori Alan Moore (curiosità, Waid proprio in questi giorni ha espresso lo stesso giudizio di Moore) e poi insomma se non ti ha detto niente non ti ha detto niente anzi vedo un giudizio sui disegni che è anche più generoso del mio, però…
    …però la frase “siamo sicuri che i tanto decantati comics Boom! Studios siano roba buona? O, più semplicemente, possono essere definiti con un termine che inizia con la esse e finisce con la a?” è inaccettabile e non perché non possa essere vero ma perché o fai il recensore o fai quello che potrebbe avere anche quindici anni e fare il classico commento/illazione idiota su un forum. Se fai il recensore non ti puoi fare questa domanda, devi dare la tua risposta. E per dare la risposta i fumetti Boom! “tanto decantati” devi averli letti. Leggendoli scopriresti che ti sei posto un quesito sciocco in partenza: che vuol dire “i comics BooM! Studios”??? Ma secondo te si può partire dal presupposto che un fumetto sia buono o spazzatura a seconda del marchio di chi lo edita? Un fumetto Marvel è automaticamente buono o orribile solo perché è Marvel? O DC? O IDW? O Dark Horse? O Boom! Studios? Chiedi ad Alan Moore cosa ne pensa della tua illazione generalizzata su fumetti che non conosci, opera di autori diversi e poi fammi sapere. Altrimenti, se uno vuole fare un attacco gratuito per motivi propri o anche solo perché non ha niente altro da fare contro la produzione di un’intera casa editrice lo può anche fare, ma ci fa un articolo, non lo nasconde in quella che crede essere una recensione.

  3. Come primo numero direi che è stato solo un introduzione quindi il giudizio mi sembra duro, in ogni caso Irredimibile certamente prende spunto da superman ciò non significa che è una scopiazzatura banale.
    In ogni caso le tanto decantate marvel e DC non sono sante e ho letto anche cose che definire imbarazzanti è fare un complimento.

  4. Anche io devo convenire con chi dice che “quella domanda finale”, non andava fatta, o al massimo tenuta per sè.

    Comunque ci può stare che uno sia duro contro un autore ed un prodotto, e che quindi recensedone le proprietà, non esiti a farlo presente. Diciamo che i toni utilizzati sono un pò esagerati, sembra quasi uno spot negativo a tutto il lavoro della BOOM!, ma non credo sia poi questa la vera intenzione del recensore.

    Io ho letto “Incorruttibile n.1” acquistato in allegato al Mega di Luglio, devo dire che non ha smosso in me la molla per proseguirne la lettura, ma questa è solo una mia prima impressione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui