Scomparso il sito ufficiale dell’ultimo lungometraggio di Satoshi Kon.

Dalla fine dello scorso anno è scomparso dalla rete il sito ufficiale di Yume Miru Kikai (La macchina dei sogni), pellicola cui l’acclamato regista ha lavorato fino alla sua morte.
Il blog, invece, è sì ancora attivo, ma non viene aggiornato dal 15 Giugno del 2011.

Dopo la sua morte lo studio Madhouse ha cercato di portare a termine il film, annunciando la ripresa della produzione nel Novembre 2010; tuttavia, in occasione dell’Otakon di Agosto 2011, Masao Maruyama, produttore e co-fondatore dello studio, dichiarò che la realizzazione dell’opera era stata sospesa a causa della difficoltà nel trovare finanziamenti per completare le 900 scene (su 1500) ancora da animare, ma che aveva tutta l’intenzione di completarla anche se ci fossero voluti anni per riuscirci.

Vedremo se il futuro ci porterà buone notizie su questa opera postuma di Satoshi Kon.

Gli appassionati italiani, nel frattempo, possono riscoprire il Satoshi Kon mangaka: Planet Manga ha da poco pubblicato la raccolta L’Eredità dei Sogni, cui seguiranno Seraphim (sceneggiato da Mamoru Oshii) a Marzo e più avanti Opus; le due opere sono state raccolte da Tokuma Shoten in Giappone nel Dicembre del 2010.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui