“Come le strisce che lasciano gli aerei” è il nuovo graphic novel edito dalla Coconino Press che parla di giovani, partenze e insofferenze. Vasco Brondi e Andrea Bruno gli autori.

Il 4 ottobre arriva nelle librerie “Come le strisce che lasciano gli aerei”, graphic novel scritto da Vasco Brondi e disegnato da Andrea Bruno, edito da Coconino Press. Si tratta della storia di tre personaggi simili ma apparentemente diversi che si incrociano, si incontrano, si evitano. C’è Micol, dai lunghi capelli rossi sotto il casco integrale, Rashid, nordafricano con indosso la maglietta della nazionale italiana, e Rico, felpa rossa con cappuccio e grondaia sotto il braccio. Sfondo della loro esistanza sono i phone center, succursali delle loro dimore in cui i momenti più intimi vengono esibiti in pubblico, le notizie di radio e televisione, i cieli che recano i segni delle scie degli aerei che partono e arrivano.

«È una storia scarna – racconta Vasco Brondi – fatta di simboli e di poche parole, di situazioni e panorami che spiegano da soli quello che succede. Le parole le ho usate più che altro per descrivere le immagini ad Andrea, i particolari, gli sfondi, le facce, i personaggi secondari, i cieli. È soprattutto una storia sulle partenze, sull’ansia di andarsene che è la stessa in posti così lontani e in persone con percorsi così diversi. Come dire che a volte non c’è una destinazione chiara ma ci sono insofferenze e sogni precisi. C’è anche un amore impossibile che infatti non funziona, è un accenno di amore».

«“Come le strisce” – aggiunge Andrea Bruno – è per me innanzitutto una storia di luoghi, luoghi che forse appartengono soprattutto alla memoria personale di Vasco, ma che in qualche modo mi sono risultati immediatamente evidenti, direi addirittura visibili. Il fumetto è racconto per immagini, e la qualità visiva della storia di Vasco ha fatto sì che il mio lavoro di trasposizione in disegni procedesse da subito con una certa naturalezza e senza troppi incidenti. In un certo senso dovevo solamente disegnare quello che vedevo».

Il volume sarà presentato in anteprima al Festival di Internazionale a Ferrara il prossimo 5 ottobre, quando è previsto un dialogo tra gli autori e Daria Bignardi. Sempre nell’ambito del Festival sarà allestita una mostra presso La Galleria del Carbone dedicata al libro e alla sua nascita.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui