Tokyo sta attualmente vivendo una quarta ondata di infezioni da coronavirus, con nuovi casi che superano gli 800 al giorno. Nel tentativo di controllare l’epidemia, Yuriko Koike, la governatrice della città, ha annunciato lo stato di emergenza per la capitale, con 17 giorni di restrizioni a partire dal 25 aprile che includono la chiusura di centri commerciali, grandi magazzini, sale karaoke e bar e ristoranti che servono alcolici.

Come terzo stato di emergenza dall’ondata iniziale, si teme che le persone in città si stiano stancando delle restrizioni e ignorando gli avvertimenti del governo, quindi Koike ha introdotto un nuovo piano per convincere le persone a tornare a casa, chiedendo alle aziende di implementare una politica di spegnimento delle luci dopo le 20:00.

Tokyo – la governatrice fa spegnere le luci per aiutare a combattere la pandemia

Tokyo

La richiesta di Koike di spegnere le luci della città, ad eccezione dei lampioni, ha fatto sì che famosi monumenti si oscurassero quando l’orologio segna le 20:00.

Il momento in cui si spengono le luci alla Tokyo Tower

…del Rainbow Bridge

…del Tokyo Skytree

…e del cancello principale del tempio di Sensoji ad Asakusa:

Mentre il piano di blackout di Koike mira a far capire la terribile gravità della situazione attuale, non tutti hanno preso sul serio il messaggio: le chiusure di bar e ristoranti hanno semplicemente dato origine al bere in strada dopo le 20:00:

In aree trafficate come Shibuya, le luci e i grandi schermi si spengono come richiesto…

…ma questo non ha impedito alle persone di permanere comunque per strada:

Anche se i bar sono chiusi, le persone sono scese in strada e nei parchi per bere:

Ad Akihabara, le luci si sono spente su grandi edifici come quello che ospita Don Quijote e il teatro AKB48:

Alcuni speravano che le strade buie avrebbero portato a una scena inquietante e distopica come questa di Steins;Gate

…ma in realtà la zona è ancora affollata, con persone che si radunano in gruppi per bere in strada:

Scene simili si sono verificate a Shinjuku, dove le luci vengono spente in aree notturne affollate come Kabukicho:

Tuttavia, le persone si stanno ancora radunando, in particolare nell’area pavimentata fuori dal locale di musica dal vivo Blaze:

I funzionari della città mirano a porre fine al bere in strada inviando squadre a pattugliare Shinjuku con cartelli che chiedono alle persone di rimanere a casa ed evitare di bere per strada:

Se le persone non ascoltano queste richieste, Koike potrebbe prendere in considerazione un approccio più duro.

Con il riscaldamento climatico e una serie di festività nazionali in arrivo questo fine settimana, l’approccio di Koike sta per essere messo alla prova nei prossimi giorni. Si spera che si dimostri efficace nel ridurre il numero di contagi del coronavirus, perché, non dobbiamo dimenticarlo, persone da tutto il mondo stanno per giungere nella capitale per le Olimpiadi, fra soli 86 giorni.

Acquistate il libro sul Giappone QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui