Cosplay e politica – due politici peruviani alla ricerca dei voti degli otaku

Pubblicato il 15 Aprile 2021 alle 10:15

Si sa, in politica tutto è permesso e se si vuole vincere bisogna inventare strategie mai usate prima. Quindi, perché non guadagnare voti extra attirando l’attenzione degli elettori otaku? Questa è la strategia vincente utilizzata da due politici peruviani, Jorge Hugo Romero e Milagros Juárez che hanno deciso di usare il cosplay come strategia politica, come rivelato dall’agenzia di stampa internazionale spagnola EFE.

Cosplay e politica – ogni mezzo è buono per vincere

Jorge Hugo Romero, membro del Partito Popolare Cristiano del Perù (PPC), per il suo cosplay ha scelto un membro dell’Akatsuki dalla serie di anime e manga Naruto. Come mai questa scelta? Come da lui stesso dichiarato ha puntato sull’Akatsuki perché sono “ninja rinnegati” che decidono di organizzarsi contro le forze corrotte che hanno causato distruzione e guerra.

Ha detto a EFE che il suo “percorso ninja” è stato scelto undici anni fa, quando ha iniziato a servire nel PPC:

Ho odiato la politica fino a quando ho capito che se non vi avessi partecipato, avrei lasciato che i corrotti continuassero a prendere le decisioni. Come altri giovani, ho capito come ci si sente a essere disimpegnati dalla politica, così ho deciso di raggiungerli attraverso un mezzo con cui possono relazionarsi: l’anime.

Ha anche aggiunto che desidera creare una “alleanza shinobi” attraverso il Parlamento andino. Se eletto al parlamento, promette una legge che faccia in modo che tutti i titoli universitari siano validi nei paesi dell'”alleanza”, che consiste in Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela.

Cosplay e politica

Cosplay e politica

Cosplay e politica

Rappresentando una posizione più etnocentrica, Milagros Juárez, una candidata del partito nazionalista Unione per il Perù (Unión por el Perú, UPP), ha trovato la fama su TikTok per i suoi post in cui faceva il cosplay del personaggio di Evangelion, Asuka, e cantava la canzone di apertura dell’anime A Cruel Angel’s Thesis.

Cosplay e politica

Ha affermato di essere stufa dei politici “corretti” che indossano giacca e cravatta mentre perpetuano la corruzione.

Tutt’ora la Juárez sta portando avanti una campagna elettorale su una proposta controversa di deportare gli stranieri senza lavoro che hanno commesso reati:

Non abbiamo pazienza per coloro che continuano a commettere crimini e ci tolgono la tranquillità. Adotto l’estetica ‘otaku’ perché è il mio modo di comunicare le cose, ma il mio messaggio va alle classi lavoratrici, alle madri single e ai giovani.

Secondo Benjamin Edwards, direttore della Società Peruviana di Marketing, il fenomeno è ancora un po’ insolito in America Latina, ma i politici che ne fanno uso sono innovativi e coraggiosi.

E voi che cosa ne pensate? Personalmente, da otaku, ritengo che sia un’idea fantastica, ma chi non naviga nel nostro mondo potrebbe non pensarla allo stesso modo.

Dai un’occhiata al set di accessori per cosplay di Naruto

Articoli Correlati

Uncharted arriva sul grande schermo con un film live action interpretato da Tom Holland e Mark Wahlberg. Dopo vari ritardi, il...

21/10/2021 •

15:17

Presentato come evento speciale in anteprima ad Alice nella Città Ron Un Amico Fuori Programma, il nuovo film d’animazione...

21/10/2021 •

13:20

La stagione 3 dell’anime che adatta il manga Kaguya-sama: Love is War di Aka Akasaka è a pochi mesi dal debutto. Ha per...

21/10/2021 •

11:47