Zack Snyder’s Justice League (qui la nostra recensione) è finalmente disponibile per la visione. L’epopea di quattro ore targata HBO Max è disseminata di omaggi degni di nota, fra cui anche i 10 Easter Egg che trovate in questo articolo.

Inoltre, in due delle scene finali sono presenti importanti riferimenti all’iconica trama del fumetto del 1986 Il Ritorno del Cavaliere Oscuro.

Zack Snyder’s Justice League e Il Ritorno del Cavaliere Oscuro

ATTENZIONE, PERICOLO SPOILER! Seguono spoiler su Zack Snyder’s Justice League.

L’epilogo del film ruota attorno a un messaggio audio di Silas Stone (Joe Morton) a suo figlio, Victor Stone / Cyborg (Ray Fisher), registrato molto prima che Silas si sacrificasse per aiutare la squadra a combattere Steppenwolf (Ciran Hinds).

Mentre ascoltava il messaggio di Silas, il pubblico ha visto ciascuno dei membri della Lega tornare alla propria vita. Per Bruce Wayne / Batman (Ben Affleck), ciò significava iniziare a trasformare i terreni di sua proprietà in un nuovo luogo di incontro per la squadra, oltre a continuare a sorvegliare Gotham City nei panni di Batman.

Quando veglia su Gotham, lo si può vedere mentre si trova in piedi in cima a un enorme carro armato che sembra piuttosto simile a quello che guida Batman in Il Ritorno del Cavaliere Oscuro:

La scena che segue, in cui vediamo che Lex Luthor (Jesse Eisenberg) è scappato dalla prigionia e vuole formare un’alleanza con Slade Wilson / Deathstroke (Joe Manganiello), si può notare un altro riferimento a Il Ritorno del Cavaliere Oscuro.

Il luogo in cui Lex era detenuto è tradizionalmente indicato nel canone DC come “l’Arkham Asylum for the Criminally Insane”; tuttavia, in Zack Snyder’s Justice League ci si riferisce all’istituzione chiamandola “Arkham Home for the Emotionally Troubled”.

Non solo il cambio di nome aiuta a destigmatizzare la salute mentale – qualcosa che lo stesso Snyder conosce per motivi personali – ma così facendo assume anche il nome con cui il sanatorio viene chiamato in Il Ritorno del Cavaliere Oscuro.

Questi non sono certamente i primi omaggi di Snyder a Il Ritorno del Cavaliere Oscuro nei suoi film DC: Batman v Superman: Dawn of Justice del 2016 traccia molti parallelismi con il fumetto, fra cui, ad esempio, lo stesso conflitto tra Batman e Clark Kent / Superman (Henry Cavill), la tuta corazzata di Batman nel film e le voci di vecchia data secondo cui Jena Malone avrebbe interpretato Carrie Kelley nel film.

Ecco cosa ha detto Snyder in un’intervista del 2016:

La cosa di Il Ritorno del Cavaliere Oscuro che mi ha davvero ispirato in questo film è che quando ho letto quella serie di fumetti nell’86 ne sono rimasto sbalordito.

Ha sfidato le mie nozioni fondamentali di Batman in un modo sorprendente. Ero tipo: ‘Santo cielo, questo è qualcosa di completamente diverso’. Mi ha davvero ispirato a riconnettermi con Batman come personaggio e con i fumetti in generale“.

Acquistate Il Ritorno del Cavaliere Oscuro. Batman. – Ediz. Deluxe QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui