Final Fantasy XIV – perché Square Enix ha bannato quasi 6000 account?

Pubblicato il 8 Marzo 2021 alle 15:45

Final Fantasy XIV è finito nell’occhio del ciclone negli ultimi giorni. Tramite un post sul sito ufficiale del gioco, Square Enix ha cercato di fare chiarezza su un numero impressionante di ban avvenuti tra il 25 febbraio e il 3 marzo 2021. Gli account bannati ammontano all’impressionante cifra di 5.851. L’accusa pare essere di aver partecipato, se non addirittura effettuato, delle transazioni di monete reali per vendere oggetti in-game e anche “[…] altre operazioni illecite che alterano gli equilibri del gioco e che quindi sono proibite dai termini di utilizzo del servizio.”

Il ban ha quindi portato ad una rimozione in massa e istantanea di 5.037 account che avevano partecipato in questa compravendita e altre non meglio specificate attività illecite, mentre altri 814 sono stati rimossi per via della pubblicizzazione della compravendita con soldi reali.

Subito Square Enix si è affrettata a sollecitare tutti i giocatori che scoprono attività di questo genere a portarle all’attenzione dell’azienda, che, come si può vedere, ha chiaramente il pugno duro su queste cose. A quanto pare comunque la situazione non si è ancora del tutto sedata, in quanto Final Fantasy XIV sarà ancora soggetto a stretti controlli da parte dello staff per assicurarsi che non ci siano altre violazioni simili.

Final Fantasy XIV e la prima espansione gratis

A partire da luglio 2020, Heavensward, uscita per la prima volta nel giugno 2015, è stata resa gratuita per chi compra il gioco base di Final Fantasy XIV. Essa permette ai giocatori di entrare nella regione di Ishgard e risolvere la guerra di Dragonsong contro i draghi di Dravania. La classe qui disponibile è quella degli Ar-Ra, le cavalcature volanti e il level cap al 60. A far da contorno a tutto avremo nuove missioni secondarie per arricchire l’esperienza ad Isghard.

Ma non è tutto, oltre l’espansione saranno introdotte le classi dell’Cavaliere Nero, l’Astrologo e il Macchinista. Oltre a dar la possibilità di far provare Final Fantasy 14 in modo gratuito, questo permette anche ai giocatori di vecchia data di accedere alla patch 3.56. Si tratta quindi di un aggiornamento veramente grosso e che speriamo in futuro porterà ad aggiungere una nuova espansione all’offerta free trial.

Vi ricordiamo che Final Fantasy XIV è disponibile per PC, PS3 PS4 e dopo la sua travagliata storia di sviluppo, è divenuto uno dei più influenti MMORPG sul mercato.

Final Fantasy XIV: A Realm Reborn per PS4

Articoli Correlati

Un sequel/revival deve sempre bilanciare il vecchio e il nuovo nella storia che racconta, magari attualizzarla all’oggi ma...

23/09/2021 •

12:21

Oltre alla crescente lista di personaggi MCU, i Marvel Studios hanno anche dato i riflettori alla sua troupe dietro le quinte, a...

23/09/2021 •

10:00

L’Attacco dei Giganti – Final Season arriverà presto in home video grazie a Dynit, già editore delle stagioni...

23/09/2021 •

09:59