Metal Gear Solid

Durante le ultime ore continuano a moltiplicarsi le ipotesi di un remake per due classici PlayStation. Trattasi di Metal Gear Solid Castlevania Symphony of the Night. Già nel corso degli ultimi mesi si è parlato di un reboot di Silent Hill (o addirittura di un remake) ma non è ancora chiaro cosa stia preparando Konami, ma ormai risulta chiaro che qualcosa di grosso sia effettivamente in lavorazione.

Certo è che portare giochi così iconici come Metal Gear Solid Castlevania su PS5 non solo svecchierebbe queste esperienze videoludiche, ma permetterebbe anche alle nuove generazioni di approcciarle e viverle per la prima volta. La voce di corridoio per adesso parla solo del fatto che i progetti potrebbero essere stati affidati a dei non meglio specificati “team esterni“.

Metal Gear Solid e Castlevania – due classici senza tempo

Metal Gear Solid uscì originariamente nel settembre 1998 in Giappone e in Europa nel febbraio 1999. Il primo capitolo fu addirittura doppiato interamente in italiano, con risultati però un po’ altalenanti. Il gioco ebbe poi un remake per Nintendo GameCube dal nome di The Twin Snakes. In seguito, Metal Gear Solid ebbe una remaster per PS3, all’interno della collezione Metal Gear Solid: The Legacy Collection, rimasta però esclusiva della console Sony a differenza della HD Collection.

Castlevania è invece da un po’ di anni un brand sfortunato in quanto, in seguito ai due reboot Lords of Shadow 1 è un po’ scomparso dai radar videoludici. Il capolavoro PlayStation Symphony of the Night era uscito nell’autunno 1997 in Europa, salvo poi vedere anche una pubblicazione su Sega Saturn del 1998 (ma solo in Giappone) e su Xbox Live, PlayStation Network PS4 negli anni successivi.

Recentemente (meno di un anno fa), il titolo è disponibile anche per iOSAndroid.

Voi vorreste vedere dei remake o dei reboot di queste saghe?

Metal Gear Solid V: Definitive Experience – Ps4

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui