Pochi minuti fa la pagina facebook ufficiale di Netflix Italia ha annunciato, condividendone di fatto il primo poster ufficiale, Il Divin Codino. Si tratta di un film originale che, come facilmente intuibile dal titolo, fa riferimento a Roberto Baggio ovvero il calciatore più amato dagli italiani.

Il Divin Codino, il film su Roberto Baggio di Netflix

Non ci sono dettagli in merito al progetto che viene semplicemente presentato con un copy asciutto e diretto:

Il talento del campione, la volontà dell’uomo. Il Divin Codino, il film sulla vita di Roberto Baggio, prossimamente su Netflix.

Ad interpretare Roberto Baggio dovrebbe essere l’attore Andrea Arcangeli (visto recentemente in Romulus) mentre la regia sarà affidata a Letizia Lamartire (Baby).

Netflix presenta così il film:

Una cronistoria dei 22 anni di carriera della star del calcio Roberto Baggio che include il difficile esordio come giocatore e le divergenze con alcuni degli allenatori.

La regista ha dichiarato:

È la storia di un uomo umile con un talento smisurato che con le sue giocate ha cambiato il calcio italiano. Racconteremo anche il percorso di una persona che attraverso le sofferenze personali ha raggiunto grandi trionfi in campo.

In attesa di saperne di più e soprattutto della data di uscita, ci consoliamo con il poster che riporta alla mente la maledetta estate del 1994 e quella Coppa del Mondo sfuggitaci per un pelo.

Roberto Baggio

Nato a Caldogno (VI)  il 18 febbraio 1967 è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante o centrocampista, vicecampione del mondo con la nazionale italiana nel 1994. Soprannominato Raffaello per l’eleganza dello stile di gioco e Divin Codino per la caratteristica acconciatura, è ritenuto uno dei migliori giocatori della storia del calcio mondiale.

Con le squadre di club ha conquistato due scudetti (1994-1995 e 1995-1996), una Coppa Italia (1994-1995) e una Coppa UEFA (1992-1993). In nazionale ha preso parte a tre Mondiali (Italia 1990, Stati Uniti 1994 e Francia 1998), sfiorando la vittoria dell’edizione 1994: dopo avere trascinato l’Italia in finale con cinque gol decisivi, fu uno dei tre azzurri a sbagliare il proprio tiro di rigore nella partita conclusiva del torneo persa contro il Brasile.

Acquista il fumetto Roberto Baggio – Credere nell’impossibile cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui