La serie manga di Boruto: Naruto Next Generations, sequel ufficiale e diretto di Naruto, sta affrontando l’adattamento dell’arco narrativo di Ao (anche conosciuto come l’arco narrativo del contenitore) in precedenza scritto e disegnato da Masashi Kishimoto, Ukyo Kodachi e Mikio Ikemoto all’interno del manga omonimo.

Pertanto, come ormai quindi tutti sanno, lo storico personaggio Ao, apparso per la prima volta nella seconda parte del manga di Naruto come esponente della parte eroica sacrificatori nel corso della Quarta Guerra dei Ninja, è tornato in Boruto.

Ao era ancora vivo nonostante l’esplosione generata dal Juubi nella guerra precedente cambiando clamorosamente fazione: da ninja eroico ad alleato dell’organizzazione criminale di nome Kara.

Il recente episodio dell’anime ha quindi svelato nel dettaglio come mai l’ex ninja abbia scelto di stravolgere la sua vita divenendo un villain. Una spiegazione che nel manga non ha trovato quel tempo che avrebbe meritato.

Mentre continua la battaglia tra Ao e il gruppo di Boruto, il primo rivela che l’organizzazione Kara lo ha salvato di propria volontà dopo gli eventi della precedente guerra generata da Obito.

Ao si sentiva un morto che cammina, anche se sopravvissuto. La perdita degli arti lo faceva sentire inutile e non riusciva ad accettarlo. L’ex ninja della Nebbia non credeva di essere più servile adesso che non poteva più vivere come uno shinobi, ma in quel momento Victor e Kashin Koji arrivarono e salvarono il suo corpo con delle protesi scientifiche, ridonandogli il senso di vivere.

Per gratitudine di avergli ridato l’abilità di combattimento, Ao si è quindi affiliato al gruppo Kara non tanto come persona, ma esclusivamente come arma per loro da usare. Questo modus operandi riflette i valori sui quali Ao crede, ma talvolta vanno in conflitto mentre combatte contro Boruto.

E’ chiaro che Ao, sebbene non sia più un ninja nel mestiere, slo sia nel cuore e nell’anime poichè ha sempre speso così la sua vita. Dentro di sè vi è una tempesta dove le parole non coincidono sempre con le sue azioni… e il suo modo di essere cattivo non corrisponde al male assoluto voluto dai componenti dei Kara.

Boruto: Naruto Next Generations – anime e manga

Boruto: Naruto Next Generations è un manga disegnato da Mikio Ikemoto (assistente di Masashi Kishimoto durante la serializzazione di NARUTO) e scritto da Ukyo Kodachi (assistente di Kishimoto durante la realizzazione della sceneggiatura del film di “Boruto: Naruto the Movie”) con la supervisione di Masashi Kishimoto in veste di l’editor.

L’opera si pone come seguito al manga “NARUTO”. Attualmente sono stati pubblicati 54 capitoli, e i primi 51 sono raccolti in 13 volumi.

In Giappone sono stati pubblicati cinque romanzi. Si ispirano all’arco iniziale dell’anime di Boruto: Naruto Next Generations sino a che non ha raggiunto gli eventi di Boruto: Naruto the Movie. Planet Manga ha già pubblicato tutti i volumi che sono disponibili per l’acquisto.

In Italia il manga è edito da Planet Manga con 10 volumi disponibili.

La serie animata di Boruto: Naruto Next Generations, prodotta da Studio Pierrot e trasmessa ogni domenica su TV Tokyo, ha raggiunto i 186 episodi.

Naruto

Naruto, invece, è stato realizzato da Masashi Kishimoto dal 1999 al 2014 all’interno della rivista Weekly Shonen Jump (Shueisha). Con 700 capitoli pubblicati e 72 volumi totali, l’opera è interamente disponibile in Italia sotto l’eti4chetta di Planet Manga.

La due serie animate ovvero Naruto e Naruto Shippuden inglobano in totale ben 720 episodi.

In Italia Naruto è stato trasmesso interamente. “Shippuden” invece conta, per ora, 348 episodi.

Acquistate ORA “Boruto: Naruto Next Generation 10” – Planet Manga

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui