Nonostante tutti i problemi causati dalla pandemia COVID-19, Wonder Woman 1984 è riuscito comunque ad avere un incredibile successo. Come sappiamo, negli USA il film è stato trasmesso in streaming su HBO Max, con numeri da record.

Inizialmente, lo “scettro” di film in streaming più visto di Natale era stato assegnato a Soul, pellicola d’animazione Pixar visibile su Disney+; su espressa richiesta di WarnerMedia, i numeri sono stati rivisti da Nielsen, evidenziando un diverso risultato.

Wonder Woman 1984 ha infatti surclassato Soul, superandolo in termini di visualizzazioni del 35%; i numeri registrano circa 14, 9 milioni di visualizzazioni. A commentare i numeri a Variety Andy Forssell, EVP e GM di HBO Max. Queste le sue parole:

Come è stato annunciato mostrando le nostre entrare e come mostrano i dati Nielsen, il film è stato un grande regalo durante le feste per tutti gli utenti, in un momento in cui lo desideravano e ne avevano bisogno. Questa partnership con la Warner Bros. ovviamente continua per tutto l’anno, ma è iniziata con l’arrivo di Wonder Woman a Natale, realizzando un grande successo.

Wonder Woman 1984, i dettagli sul film

Questa la sinossi del film:

Un rapido salto negli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, dove dovrà affrontare due nemici completamente nuovi: Max Lord e The Cheetah. Con il ritorno di Patty Jenkins alla regia e di Gal Gadot nel ruolo principale, “Wonder Woman 1984” è il seguito della Warner Bros. Pictures del primo film campione d’incassi sulla supereroina DC, “Wonder Woman” del 2017, che ha incassato 822 milioni di dollari a livello mondiale.  Nel film recitano anche Chris Pine nel ruolo di Steve Trevor, Kristen Wiig nel ruolo di The Cheetah, Pedro Pascal in quello di Max Lord, Robin Wright nei panni di Antiope e Connie Nielsen nei panni di Hippolyta.

Parlando a Comicbook durante un incontro su Zoom, la regista Patty Jenkins e la protagonista Gal Gadot hanno parlato nuovamente di Ceetah. Queste le parole della Jenkins:

La presenza di Ceetah è veramente commovente. Devo ammetterlo, fin da subito volevo inserirla nel film, ma dopo aver visto le sue scene ho pensato di aver avuto proprio ragione. All’inizio avevo paura di non inserirla nel modo giusto, ogni piccolo momento preparatorio è stato essenziale ed ogni secondo è stato difficile da riprendere. Abbiamo discusso un po’, è un arco narrativo tutto al femminile e sulle amicizie d’infanzia, è stato interessante presentare un vecchio amico che diventa un tuo nemico e che brama qualcosa di tuo.

Wonder Woman 1984 manterrà la continuity di Diana iniziata con Batman v Superman: Dawn of Justice e non sarà un vero e proprio sequel. Questi i commenti a riguardo due protagoniste Gal Gadot e Kristen Wiig. Così la Gadot:

Non riprendiamo la storia dove l’abbiamo lasciata l’ultima volta, perché era ambientata 66 anni fa. Quindi troviamo Diana che vive da circa sessant’anni da sola, nel mondo degli uomini, al servizio dell’umanità e facendo del bene. Questa storia è pienamente una storia a sé stante. Insomma, l’unica cosa che condividono entrambe le storie è il rapporto tra Diane e Steve Trevor. Ma a parte questo, è un mondo completamente nuovo, l’era è diversa, Diana è diversa e la trama è nuova.

La Wiig ha aggiunto:

Spesso, coi sequel si vuole enfatizzare il collegamento col primo film o portare avanti delle questioni rimaste in sospeso. Per questo Wonder Woman 1984 non può essere considerato un sequel.

Acquista il Blu-Ray di Wonder Woman

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui