The New Countdown 12: 09/08/12

    8
    Primo Countdown agostano!

    E che caldo bestiale ragazzi! edizione sudaticcia del New Countdown tutti in vacanza o troppo accaldati per lavorare sia oltre-oceano sia in terra nostrana dove sembrano essere tutti già con un piede in quel di Lucca.

    Vi lascio alla lettura con un paio di argomenti interessanti ovvero The Walking Dead e Marvel Now! sperando che stimolino le vostre riflessioni!

    Buona lettura!

    a The Walking Dead #100 ovvero l’albo più venduto di giugno negli USA.

    Che traguardo! A memoria non ricordo un albo indipendente piazzarsi primo nelle classifiche di vendita USA!

    Due considerazioni: la prima è che TWD ha travalicato i confini del comic-dom per trasformarsi, soprattutto grazie alla serie tv, in fenomeno pop senza precedenti negli ultimi 10/15 anni.

    La seconda è: dove andrà a parare ora la serie? Per chi come me la segue in originale la serie sta subendo ormai da parecchio tempo un declino lento ma inesorabile in situazioni viste, riviste e con dialoghi triti e ritriti…dov’è finita quella magistrale evoluzione di personaggi e situazioni che hanno reso grande i primi 70/80 numeri di TWD?

    E mentre la battaglia legale fra Tony Moore e Robert Kirkman per i diritti di creazione sembra infuriare, è lecito chiedersi se il successo non ha “annacquato” la genuinità della storia per trasformarla in una macchina da soldi.

    telegra_promo_mangaforever_2

    8 Commenti

    1. si vabbhe pero’ basta rosicamenti perche’ in italia tirano piu’ i manga dei supereroi, oltre tutto a leggere certi commenti mi pare che essi nascano da una serie di pregiudizi sui manga stessi, che a me sembrano assai simili a quelli che spesso accusa in generale il mondo del fumetto da parte dei media e dell’opinione pubblica…

      tra l’altro puntualizziamo anche che obata è coautore di death note e bakuma, occupandosi solo dei disegni ;)

    2. 1) obata è un ospite di altissimo calibro
      2) lungi da me dal criticare il fumetto giapponese…
      3) la questione è: si porta obata a lucca per il suo indubbio valore artistico oppure per attirare le masse che di Death Note apprezzanno la coolness della serie animata ma di comprare un fumetto manco col binocolo?

    3. mhh non vedo perche’ porsi il problema, anzi magari si riesce ad incuriosire qualcuno che fa parte delle “masse che di Death Note apprezzanno la coolness della serie animata ma di comprare un fumetto manco col binocolo” al punto da far loro venir voglia di leggere il fumetto, e magari poi proseguire con altro… chissa’

    4. ma da che mondo e mondo una fiera (o editore) cerca di portare ospiti di richiamo, non punta su un misconosciuto autore per quanto possa essere bravo… Se arrivano ospiti di nicchia non è per scelta culturale, ma per minori costi.

      E direi che viste le mille ristampe il pubblico di obata che compra c’è eccome. Anche perchè di certo panini non si assorbe i costi per i lettori di scan o i cosplayer che non leggono, ma per i suoi acqirenti.

    5. E perche’ vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto quando l’evento nn riguarda i propri gusti? E’ evidente che Obata strizzi l’occhio alle nuove generazioni di lettori.giusto per chiarire: Nagai superosannato da noi quasi 40enni ha fatto fallire tante case ed.Panini vende e ristampa Death Note e Bakuman al ritmo dei Big Mac..dov’e’ l’errore?
      Lo scorso anno Taniguchi e Takahashi per i nostalgici e l’accoppiata di Climber per i giovani.io vedo il bicchiere pieno..se poi vedremo tanti Riuk o Kira nn e’ un problema di Editori o pubblico.i problemi sono altri per la kermesse di Lucca e mi sembra che se ne discuta da molto.
      Uomo d’acciaio quando Spider-man ha soppiantato il classico Uomo Ragno e’ veramente da trogloditi..
      Marvel Now : un motivo in + per scegliere letture alternative ai supereroi.
      Walking Dead:il nuovo trainato dal vecchio carretto della tv..nn contano i mezzi ma i risultati.
      Il successo dei 52: ho gia’ scritto sul perche’ e’ stato positivo;ma i cicli di certi autori nn sono infiniti e bisogna osare di + per nn fare la fine della Marvel.e’gia’ partito il lancio dei numeri 0 e nuovi numeri uno..tra poco i super eventi quindi il cerchio per il ritorno al passato si chiudera’

      • Nagai ha avuto un personaggio dietro che l’ha fatto sempre fallire in Italia, non è certo colpa dell’autore. L’avesse pubblicato la Panini (che sono il primo a criticarla, tanto che praticamente tolti gli italiani non compro NULLA da loro) era campione di incassi.

    6. E perche’ vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto quando l’evento nn riguarda i propri gusti? E’ evidente che Obata strizzi l’occhio alle nuove generazioni di lettori.giusto per chiarire: Nagai superosannato da noi quasi 40enni ha fatto fallire tante case ed.Panini vende e ristampa Death Note e Bakuman al ritmo dei Big Mac..dov’e’ l’errore?
      Lo scorso anno Taniguchi e Takahashi per i nostalgici e l’accoppiata di Climber per i giovani.io vedo il bicchiere pieno..se poi vedremo tanti Riuk o Kira nn e’ un problema di Editori o pubblico.i problemi sono altri per la kermesse di Lucca e mi sembra che se ne discuta da molto.
      Uomo d’acciaio quando Spider-man ha soppiantato il classico Uomo Ragno e’ veramente da trogloditi..
      Marvel Now : un motivo in + per scegliere letture alternative ai supereroi.
      Walking Dead:il nuovo trainato dal vecchio carretto della tv..nn contano i mezzi ma i risultati.
      Il successo dei 52: ho gia’ scritto sul perche’ e’ stato positivo;ma i cicli di certi autori nn sono infiniti e bisogna osare di + per nn fare la fine della Marvel.e’gia’ partito il lancio dei numeri 0 e nuovi numeri uno..tra poco i super eventi quindi il cerchio per il ritorno al passato si chiudera’

    7. Ok grandioso! Ma c’è la speranza di vederlo in italia e in italiano e no in tedesco,spagnolo,norvegese….Mi sta bene in inglese ma una versione in italiano per quei ignoranti a cui sfugge qualche sfumatura linguistica non farebbe male.Dico questo perchè sto ancora aspettando Batman year one, doppiato in tutte le lingue, perfino in “ostrogotto” ,ma no in italiano…

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui