comiket

Il Covid-19 non ha risparmiato nemmeno la tradizionale donazione di sangue al Comiket giapponese. In un anno normale gli otaku non avrebbero esitato a contribuire alla beneficenza. Purtroppo, in questo 2020 non è stata possibile.

Comiket: donazione di sangue per beneficenza

Due volte all’anno, enormi folle si riuniscono al centro congressi Big Sight di Tokyo per Comiket, il più grande raduno giapponese di creatori dojinshi (manga pubblicati in proprio basati su personaggi di altri manga, anime o persino videogiochi e telefilm).

comiket

Normalmente il Comiket raduna più persone di qualsiasi altro evento durante l’anno e così è sempre stato fino allo scoppio della pandemia di coronavirus, che ha causato l’annullamento totale del Comiket previsto per maggio 2020 e la fiera prevista per dicembre è stata rinviata a maggio del 2021. Che cosa significa? Che quest’anno è stata anche annullata la tradizionale donazione di sangue.

comiket

Negli ultimi anni la Società giapponese della Croce Rossa ha lavorato costantemente durante il Comiket, raccogliendo enormi quantità di sangue della comunità otaku, che riceve in cambio un poster esclusivo di personaggi anime per la loro cooperazione. Durante tutti questi anni la risposta è stata così positiva che circa 1.500 otaku fanno una donazione standard di 400 millilitri di sangue ogni Comiket, raccolto in modo sicuro all’interno dei 30 autobus mobili parcheggiati a Big Sight.

comiket

In un anno normale, gli autobus (vedi foto) e altri servizi per la raccolta di sangue sono uno spettacolo abbastanza comune nel centro di Tokyo, individuabili grazie a cartelli affissi che fanno sapere ai passanti di quali strutture mediche per i gruppi sanguigni hanno particolarmente bisogno. Tuttavia, quando la pandemia ha iniziato a prendere slancio in primavera, molte persone hanno iniziato a lavorare o frequentare le lezioni online da casa. Allo stesso tempo, la cautela contro i grandi raduni spinse la Croce Rossa a cancellare molte delle sue unità di raccolta sangue a Tokyo e nelle prefetture circostanti.

Il risultato combinato è che tra aprile e novembre, la Croce Rossa è scesa molto al di sotto del suo obiettivo standard per Tokyo e le prefetture di Kanagawa, Saitama e Chiba, raccogliendo circa 45.700 donazioni in meno rispetto a quanto mirava e causando un calo dell’80% delle sue riserve trasfusionali.

Per cercare di invogliare la gente, in particolare gli otaku, a donare sangue, tra il 30 dicembre e il 31 gennaio, la Croce Rossa premierà i donatori nei suoi centri permanenti di donazione del sangue con un poster della youtuber virtuale Kanata Amane e la band BanG Dream Argonavis.

Dai un’occhiata al poster di Demon Slayer

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui