sondaggi rivolti ai giapponese

Mangiare per primi o aspettare l’arrivo degli ordini di tutti i commensali seduti al tavolo?  Questo è il dilemma che ci poniamo sempre, quando usciamo a pranzare o cenare fuori con i nostri amici. J-Town Net, il sito web che gestisce sondaggi per i giapponesi online, ponendo tutte le domande importanti come classificare le prefetture in base alle migliori personalità e decidere se i treni sono affollati o meno, lo ha chiesto ai giapponesi!

Il sondaggio di J-Town Net: mangiare per primi o essere educati?

La domanda che J-Town Net ha rivolto a un campione di persone scelte in maniera casuale (735 giapponesi) è la seguente: bisogna aspettare che gli ordini di tutti arrivino in un ristorante prima di iniziare a mangiare, o ci si avventa sul cibo non appena arriva?

È una domanda sociale interessante, e le due risposte hanno entrambi i loro pro e contro. È educato aspettare tutti gli altri, o è educato non farli sentire strani sedendo lì con il cibo di fronte a te?

Ecco il risultato:

Mangia prima di tutti gli altri il 55.2 per cento dei giapponesi intervistati, mentre aspetta fino all’arrivo di tutti il 44.8 per cento.

sondaggi rivolti ai giapponese

Chi ha ammesso che preferiva non aspettare, si è giustificato dicendo di volere mangiare mentre il cibo era ancora caldo e fresco, o che aveva ottenuto il permesso dalle stesse persone con cui sono usciti, e che, di solito, sono loro stessi a dire agli altri di fare lo stesso.

Una persona ha anche sollevato un altro punto valido:

“Quando arriva il cibo, mangio prima, non importa se sono con il mio capo o i miei amici. Sono un mangiatore lento, e anche se inizio a mangiare subito, di solito finisco dopo che hanno finito tutti gli altri e finisco per farli aspettare. Per questo inizio prima di loro.”

Non fa una piega. Ma anche in questo caso è buona educazione annunciare il fatto che si sta per iniziare a mangiare usando una semplice parola, ovvero osaki ni, che è un modo educato di dire che stai facendo qualcosa prima di altre persone. È praticamente una frase su misura per questa situazione!

Un intervistato ha infatti spiegato:

“Ricorda, basterà solo dire “osaki ni“. Se dici “osaki niiiiiii oh dannazione che buon hamburger!” allora potresti rendere gelose le persone con cui sei.”

sondaggi rivolti ai giapponese

Coloro che invece preferivano aspettare citavano l’imbarazzo di mangiare primi, godersi di più il loro cibo quando mangiavano insieme agli amici, oppure si sentivano in colpa per costringerli ad adeguarsi al loro ritmo in quanto mangiatori veloci.

Eppure, anche tra coloro che preferivano aspettare, alcune persone hanno ammesso di come, talvolta, non fosse l’idea migliore:

“In genere aspetto. Ma per  quanto riguarda i cibi come il ramen, la soba calda o riso al curry dove il riso assorbe la salsa se non sei veloce, a volte mangio prima dopo aver detto qualcosa alle persone con cui sto. Se è curry con naan però, allora ovviamente aspetto.”

E ancora:

“Aspetto. Ma dico sempre agli altri di andare avanti quando sono con me. Aspettare sembra freddo, e farli aspettare quando hanno fame è crudele. Inoltre non sai mai quando arriverà il tuo cibo.”

In conclusione: ogni situazione è diversa e, se talvolta è bene aspettare, per educazione o semplicemente per potersi godere più a lungo un momento tranquillo in compagnia delle persone care, talvolta ci si può permettere di “andare avanti” per potersi godere il cibo in serenità e tranquillità. L’importante è mostrarsi sempre educati e rispettosi e non dimenticare mai di dire: osaki ni!

E voi? siete d’accordo o meno con i giapponesi? Tendete a mangiare per primi o ad aspettare gli altri?

Qualsiasi sia la vostra risposta tranquilli, non c’è n’è una giusta o sbagliata! Su una cosa però siamo tutti d’accordo: per evitare situazioni imbarazzanti un buon vecchio all-you-can-eat è il posto migliore per banchettare con gli altri!

Dai un’occhiata a questo per la cucina in stile Giapponese!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui