X-Men

Jonathan Hickman, scrittore della serie Head of X, ha commentato la controversa retcon che è risaltato tra le pagine del numero 26 di Fantastici Quattro in uscita lo scorso novembre.

X-Men

Il controverso retcon in X-Men

Il mondo Marvel Comics è molto vasto e proprio questo motivo può succedere che, qualche volta, alcuni fumetti non siano in linea tra di loro, sebbene facciano parte dello stesso universo.

È il caso di Franklin Richards, figlio di Reed e Sue Richards, che nelle pagine di Fantastici Quattro #26 in uscita a novembre è stato indicato come non-mutante. Benché lo stesso Franklin sia stato in precedenza aggiunto alla lista dei Mutanti Omega all’inizio della nuova era di X-Men e inoltre sia previsto un approfondimento del suo personaggio in un crossover tra i due fumetti, la sua non appartenenza al genere spiegherebbe i poteri cosmici che gli sono appartenuti fin dal 1982.

X-Men

Le parole di Hickman

Jonathan Hickman, ai microfoni di Adventures in Poor Taste, ha commentato come il cambiamento dell’origine di Franklin abbia influenzato la storia che ha preparato e a cui sta lavorando tutt’ora:

“Beh, parte del problema nel parlare di queste cose pubblicamente – e questo è uno dei motivi (minori) per cui non lo faccio più tanto – è perché non serve a nessuno mostrare come viene fatta la salsiccia

Poi ha detto:

“Quando stavo scrivendo Avengers, lavoravo in una struttura ristretta. Sapevo praticamente dove ero diretto per l’intera serie. Non tutti lavorano in quel modo, e sarebbe irragionevole che ci fosse un’aspettativa che tutti lavorassero in quel modo, ma lo faccio. Niente di tutto ciò cambia il fatto che un giorno mi sono svegliato e ho avuto a che fare con Old Man Steve Rogers, Superior Spider-Man, Unworthy Thor e Iron Man a un miliardo di miglia di distanza dalla Terra in Guardians. Queste sono solo le complicazioni naturali nello scrivere “Big Books” alla Marvel.

In conclusione, commentando X-Men:

“Ora, ovviamente, non avremmo tracciato la trama come abbiamo fatto in House of X e Powers of X e X-Men / Fantastic Four se non avessimo programmato di lavorare con quella roba – e chissà, potremmo ancora – ma la verità è che la storia di Dan si è evoluta. Il che è un po’ il punto più ampio.

Poi del collega ha riferito:

 

Dan è l’autore dei Fantastici Quattro. Lui scrive il libro. E io lo sostengo nello stesso modo in cui io sosterrei Leah nel suo o Zeb nel suo e così via. Velocità e dimensione rendono il lavoro abbastanza difficile e nessuno di noi ha il tempo o l’energia da risparmiare in inutili controversie territoriali. E alla fin fine, si sta parlando di personaggi che sono stati in giro per più di 50 anni. Andrà tutto bene.”

Acquista il Funko POP! Marvel: X-Men 20th- Jean Grey

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui