Halo è senza dubbio la più grande serie di Microsoft ha alle spalle. Dalla rivelazione di Xbox Series X, Microsoft ha pubblicizzato Halo Infinite come il più grande gioco per la console.

Sfortunatamente, la rivelazione iniziale di Infinite non ha esattamente entusiasmato i fan e ha portato a molte critiche sulla grafica, tra le altre cose. Halo Infinite era assente dal lancio della console e, dopo un po’ di silenzio, Microsoft ha annunciato un lungo ritardo per il gioco, che è stato così rimandato all’autunno 2021.

I fan saranno delusi dal ritardo, ma è chiaramente qualcosa per cui Microsoft vede una buona ragione. Ecco quindi un po’ di contesto sul motivo per cui Halo Infinite è stato posticipato al 2021.

Le maggiori lamentele dei fan su Halo Infinite a luglio è stata la grafica, e molti hanno detto che semplicemente non sembrava un titolo next gen. Microsoft ha chiaramente preso a cuore le critiche, poiché sembra che la grafica del gioco sia la ragione principale del ritardo.

Halo Infinite

Nel post dell’annuncio, Neill Harrison, direttore della gestione artistica di Infinite, commenta il ritardo, dicendo:

L’obiettivo principale della demo della campagna di luglio era mostrare per la prima volta il gameplay di Halo Infinite. Mentre quell’aspetto generalmente è arrivato come volevamo, la realtà è che il lavoro artistico e le immagini non erano all’altezza degli standard per Halo, anche in uno stato di lavoro in corso.

Gran parte del feedback che abbiamo sentito dalla community era in linea con le nostre opinioni e il lavoro che ci eravamo già impegnati a fare su cose come illuminazione indiretta, risposta dei materiali, rendering di fogliame e alberi, nuvole, transizioni del livello di dettaglio e fedeltà dei personaggi. Tuttavia, il feedback è stato umiliante e ci ha anche spinto a cercare ulteriori opportunità di miglioramento“.

L’articolo approfondisce il lavoro svolto da 343 Industries da luglio e persino alcune delle cose mancanti dalla build che i fan hanno visto. È interessante notare che le animazioni facciali per gli NPC non erano state completamente implementate nella demo mostrata, il che è, in parte, ciò che ha portato a Craig il Bruto, che è diventato un meme. I team artistici e grafici hanno ancora un po’ di lavoro da fare per rifinire molti aspetti di Halo Infinite, ma per lo meno l’intera campagna è completa, anche se ancora da affinare.

Ci sono, ovviamente, altri aspetti del gioco che necessitano ancora di lavoro, soprattutto considerando che questo sarà il primo Halo ad essere un titolo completamente “live-service”. Halo Infinite semplicemente non era all’altezza degli standard di Microsoft e 343 per la serie, e sebbene i fan debbano aspettare ancora un po’, è bello vedere la società impegnata a rendere Halo Infinite la migliore esperienza possibile.

Halo Infinite verrà pubblicato nell’autunno 2021 per Xbox One, Xbox Series X e PC.

Acquistate The Art of Halo Infinite QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui