Essere un vero campione nei videogiochi competitivi online come PES 2020 non è cosa semplice, ed è sempre un piacere sentire che i propri meriti siano riconosciuti dalla comunità di videogiocatoiri. Ma essere elogiati anche dalla propria università è un’altra storia!

A ispirare tutti noi giocatori c’è Masato Ohnishi, 26 anni, di Takamatsu City, nella prefettura di Kagawa. Il suo risultato più recente è stato la vittoria dell’eFootball Open World Finals 2019-2020, una competizione nel titolo di calcio Konami dedicata a tutti i giocatori di PES.

PES 2020

Ohnishi ha scalato i ranghi guadagnandosi prima un posto nella squadra nazionale giapponese. Questa parte è stata particolarmente dura, poiché PES ha la sua base di fan più forte in Giappone, in parte perché ha avuto i diritti esclusivi sulla J-League e sulla squadra nazionale giapponese durante alcune delle loro annate più forti.

Successivamente, Ohnishi è diventato uno dei primi tre finalisti asiatici e quindi idoneo per le finali mondiali. Lì, sotto la maniglia “madakanachappy”, ha sconfitto il brasiliano “MayconDouglas99” in semifinale e “akbarpaudie” dell’Indonesia, per aggiudicarsi infine il riconoscimento più alto: la vittoria!

Tutto ciò è già di per sé abbastanza impressionante, ma nel tempo libero lontano dai giochi Ohnishi stava anche studiando per il suo sesto e ultimo anno alla Tokushima University Graduate School of Medical Science. Presto sosterrà l’esame nazionale e, in caso di successo, inizierà il tirocinio presso un ospedale della sua prefettura di origine.

Fino ad ora è stato in grado di bilanciare meticolosamente sia gli studi per diventare un medico che l’allenamento di eFootball per diventare un campione a livello mondiale. Questa impresa ha perfino attirato l’attenzione della sua università, che ha deciso di conferire un encomio ufficiale per il suo successo il 24 novembre.

Tuttavia, una volta che inizierà il tirocinio, Ohnishi ha detto che si ritirerà dagli eSport professionali per concentrarsi sul suo lavoro. Ma grazie alla sua esperienza, vuole entrare nel campo della psichiatria e in particolare del trattamento della dipendenza dai giochi:

Sono arrivato il più vicino possibile alla dipendenza dai giochi, quindi spero di poterlo usare per offrire una guida per prenderne le distanze.

A differenza del pensiero convenzionale che i giochi in sé stessi siano il problema e che limitarne l’uso sia la risposta, Ohnishi vede l’effetto positivo che hanno avuto sulla sua vita. Accredita le proprie autostima e capacità di comunicazione al gioco e consiglierebbe ad altri di cercare questi benefici.

“Penso che questa sia un’area in cui chiunque può entrare senza sentirsi svantaggiato”, ha detto parlando di eSports, e spera di continuare a esserne coinvolto in qualche modo, anche una volta abbandonate le competizioni.

Acquistate l’Efootball PES 2021 Season Update per Playstation 4 QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui