Dan Slott è uno degli autori più polarizzanti attualmente in attività. Il suo nome è legato ad alcune delle più controverse gestioni dei personaggi Marvel, una su tutte quella su Amazing Spider-man, e nelle ultime ore anche ad una pericolosa bufera che sta coinvolgendo anche alcuni suoi colleghi.

Cosa è accaduto all’attuale scrittore di Fantastici Quattro?

Dan Slott protagonista di Marvel 616

Su Disney+ è arrivato il documentario in 8 parti Marvel 616 pensato per dare uno sguardo più approfondito a ciò che ha reso famosa la Casa delle Idee, ovvero la creatività.

Il quinto episodio, intitolato “Il Metodo Marvel” aveva come tema il famoso metodo brevettato da Stan Lee per velocizzare la sceneggiatura degli albi ovvero, per riassumere molto brevemente, la sceneggiatura speso si riduceva a pochi righe di sinossi con qualche dialogo principale e qualche annotazione. Questo permetteva grande libertà ai disegnatori velocizzandone il lavoro.

Questo metodo è in parte ancora utilizzato da qualche scrittore e la Marvel ha voluto illustrarlo prendendo come esempio la “giornata lavorativa” di Dan Slott, autore noto per “bucare” in maniera sistematica le scadenze.

Quello che voleva essere un episodio dal tono goliardico, con protagonista lo stesso scrittore e il SVP Tom Brevoort, si è invece trasformato in un clamoroso autogoal d’immagine.

Marvel - Dan Slott al centro di grosse critiche

Dan Slott attaccato dai suoi colleghi

Poche ore dopo la messa in onda dell’episodio, una serie di reazioni si sono scatenate contro lo scrittore e contro la Marvel – rea di permettere il lassismo dello scrittore, da quanto si evince dall’episodio stesso – non come si potrebbe ipotizzare dai fan, da sempre mai troppo teneri con Dan Slott, ma da parte di alcuni colleghi.

Eccovi alcuni commenti:

  • Ramon Villalobos: gli editor non sono mai stati così accomodanti quando io bucavo una scadenza. Sono geloso di questo trattamento nei confronti di Dan Slott.
  • Veronica James: Dan Slott sta commettendo degli abusi sul posto di lavoro e non dovrebbe più scrivere fumetti.
  • Aleš Kot: ci sono almeno 5 scrittori appartenenti a minoranze con idee fresche e un’etica ferrea che la Marvel potrebbe ingaggiare anziché dare la possibilità a Dan Slott di bucare sistematicamente le scadenze e maltrattare il resto dei suoi collaboratori ma d’altronde il suo editor-in-chief, che si è finto uno scrittore giapponese, sembra incurante.
  • Matt Sibley: nessuno riesce a capire quanto tutto questo sia sbagliato?
  • J. A. Micheline: è evidente che nessuno dovrebbe più parlare con Dan Slott di nuovo, anche perché i suoi datori di lavori sembrano accecati dalla sua mediocrità.

Poche le voci in difesa di Dan Slott, come quella di Pete Woods che ha disegnato Iron Man su sceneggiature dello scrittore che ha detto:

Dan si è battuto per questo documentario. Onestamente lavorando all’albo in questione non ho avuto problematiche diverse dal solito. Anzi ho affrontato situazioni molto, molto più problematiche in passato. Guardate la sua run su Iron Man: quanti artisti filler ci sono stati? Dovrebbe essere questo il metro di giudizio.

Acquista Spider-man – Spider-verse di Dan Slott e Giuseppe Camuncoli cliccando QUI

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui