Sin dal suo esordio avvenuto sulle pagine di Amazing Spider-Man, Venom è diventato sin da subito uno dei personaggi più popolari della Marvel. Per anni l’alter ego di Eddie Brock ha goduto di un enorme successo. Successo che continua ancora oggi sotto una nuova luce.

Con il rilancio del simbionte avvenuto per mano del duo Donny Cates e Ryan Stegman, oggi siamo a conoscenza del passato tormentato e della vera storia del simbionte nero che anni fa si era unito a Peter Parker sostituendo il suo costume danneggiato su Battleworld nel corso delle prime Guerre Segrete. Da allora quel simbionte si è evoluto e ha dato origine a diverse incarnazioni.

Oggi nel 2020, siamo pronti per assistere a una nuova fase della sua storia con il crossover King In Black, che lo vedrà come protagonista principale. Chi meglio di Venom e di Eddie Brock conosce Knull e la sua malvagità?

Venom: intervista Devin Lewis

In occasione del lancio del nuovo crossover simbiontico, Newsarama ha avuto l’opportunità di intervistare l’editor Devin Lewis. La mente dietro la scelta dei team creativi del crossover e dei numerosissimi tie-in. King In Black cambierà tutto per Eddie Brock, ed è giunto il momento di mescolare un po’ le carte.

Newsarama: Devin, King In Black è una storia che ha richiesto molto tempo, soprattutto per la sua costruzione su multipli titoli e testate. Come ci si sente ora che finalmente tutti i pezzi del puzzle si stanno unendo? Cosa ci è voluto per mettere in atto una storia di tale portata?

Devin Lewis: L’ho già menzionato quando ho risposto ai fan nello spazio delle lettere, ma gran parte di tutto ciò che abbiamo trovato in questa storia di Venom era già presente nella presentazione iniziale di Donny. Absolute Carnage, Venom Island e persino King in Black: lo scheletro di queste storie era già lì. E lo diciamo sempre, ma in questo caso è vero, tutto si è concentrato solo su questo, quindi vederlo arrivare a buon fine è davvero qualcosa di veramente speciale.

Tralasciando questo, siamo stati davvero fortunati ad essere arrivati fino a questo punto! Ogni fumetto è una scommessa, quindi raggiungere King in Black o addirittura Absolute Carnage non era assolutamente una conclusione scontata. Ma i fan di Venom sono i migliori fan dei fumetti. Il ritmo del tamburo ci ha portato dove volevamo arrivare, da Knull. E Donny, Ryan e i lettori sono andati ben oltre per realizzarlo. Vedere crescere questa storia oltre i confini del fumetto di Venom è davvero speciale.

Dopo Absolute Carnage, sapevamo che King in Black sarebbe arrivato. È entrato in fase di sviluppo da prima che l’ultimo numero di Absolute Carnage fosse in vendita e, entrando in King in Black, il nostro grande obiettivo era quello di coinvolgere quanti più fumetti mensili possibili. Quindi essere in grado di avere serie come Black Cat, Daredevil e Spider-Woman è una testimonianza non solo per i team creativi ed editoriali di quelle serie, ma anche per Donny, Ryan, JP, Frank e Clayton e per l’intero gruppo di collaboratori che si sono uniti a loro su Venom e Web of Venom lungo la strada.

Newsarama: Da dove viene il titolo “King In Black”? Ovviamente è un riferimento a Knull, è sempre stato quello il titolo della storia?

Devin Lewis: Il titolo “The King in Black” viene dal primo lancio di Donny del 31 ottobre 2017! Abbiamo sempre saputo dove stavamo andando, e anche se abbiamo preso un paio di strade diverse da quelle che ci aspettavamo all’inizio, Knull è sempre stato l’obiettivo verso cui ci siamo diretti.

Newsarama: L’oscurità simbiontica di Knull invaderà l’intero Universo Marvel. In che modo avete determinato quali personaggi trascinare nei tie-in e nei camei?

Devin Lewis: In questo caso sono stato fin troppo fortunato, poiché la maggior parte di quel duro lavoro è stato fatto per me! Penso che queste storie di successo siano al loro meglio quando partecipano il maggior numero possibile di serie regolari. I creatori che lavorano alle storie Marvel non sono secondi a nessuno e in una riunione creativa, l’anno scorso, Donny e Ryan sono stati in grado di accompagnarli attraverso King In Black.

La loro risposta è stata quasi immediata. Nel giro di poche ore abbiamo avuto scrittori che ci hanno contattato con idee sui tie-in, o su come i loro fumetti potessero essere integrati nell’evento. Tutti hanno lavorato duro e si vede nelle loro storie.

Venom

Newsarama: A tal proposito, sono stati preparati dei tie-in davvero molto interessanti, come il tie-in simbiontico con Babbo Natale in Iron Man/Doctor Doom. Cos’altro ci puoi dire sulle sorprese che avete in serbo per noi durante il crossover?

Devin Lewis: Non so nemmeno da dove cominciare! Doctor Doom/Iron Man è sicuramente un favorito. Chris Cantwell mi mandò una mail con la sua strana idea proprio il giorno del nostro incontro per King In Black, ed è al 100% quel tipo di fumetto che amo. Se gli dai uno sguardo superficiale, può sembrarti un po’ sciocco, ma una volta che apri il fumetto e hai effettivamente letto la storia, è lunatico, intenso e spaventoso.

Gwenom vs. Carnage è anche un’altra storia che penso nessuno si aspetterebbe, ma vi lascerà a bocca aperta. Seanan McGuire aveva questa storia simbiontica in attesa da diverso tempo e aveva mostrato la prima bozza durante l’evento Spider-Geddon e adesso finalmente possiamo raccontarla.

Non posso dire molto, ma è una storia tagliente e personale che prende una grande svolta nel primo numero. Flaviano è micidiale nei disegni e le copertine di Ken Lashley sono uno spettacolo da lasciarvi senza fiato.

È stato bello realizzare anche Planet of The Symbiotes. Abbiamo Marc Bernardin e Kyle Hotz che hanno creato una storia di Kaiju americana che è folle. Kaiju è uno dei miei personaggi preferiti, quindi fargli recitare una parte in una storia con un mucchio di draghi simbiontici mi è sembrato un gioco da ragazzi. Abbiamo molti altri creatori per altre storie  come quella: Geoffrey Thorne, Jan Bazaldua, Frank Tieri, Danilo Beyruth, Rodney Barnes. La lista potrebbe continuare all’infinito.

Newsarama: Tornando invece alla storia principale di King In Black, Venom è stato in cima alla top chart da quando Donny Cates e Ryan Stegman hanno iniziato la loro run. Come editor della serie, qual è la salsa segreta che ha reso Venom, Absolute Carnage e ora King in Black i preferiti dai fan?

Devin Lewis: Penso che partendo dal nucleo, il rapporto tra Donny e Ryan sia da dove tutto deriva. Sono due creatori che si trovano al di sopra del loro gioco e le loro filosofie su quanto possano essere fantastici i fumetti e su come possano essere i fumetti sono così sincronizzate che si elevano a vicenda in ogni numero.

Sarei anche negligente se non puntassi i riflettori su JP Mayer. Mayer ha inchiostrato i lavori di Ryan sin dal #1 di Venom e ha adottato un approccio così speciale che ha aperto il lavoro di Ryan e ha permesso ai lettori di vederlo sotto una nuova luce, per non parlare della genialità che ha Ryan nello storytelling (ma non dite a Ryan che l’ho detto). Anche Frank Martin fa cantare ogni pagina. Ogni numero è un lavoro d’amore per quel ragazzo e si vede in ogni vignetta.

Clayton Cowles è uno dei migliori letteristi del settore ed è il collante che fa funzionare tutto. Quindi non so se esiste una salsa segreta, per quanto potrei desiderare che ci fosse. È solo un sacco di duro lavoro svolto da una grande squadra.

Venom

Newsarama: Sempre riguardo questo, quanto durerà questa partnership? Donny e Ryan continueranno la saga di Venom insieme?

Devin Lewis: Sì, Donny e Ryan hanno dei piani folli per Venom in futuro. Ma avete già visto nella loro run che non hanno paura di tirare pugni. O almeno quello che Venom sarà dopo King in Black, il simbionte, Eddie, o entrambi, beh… diciamo che King In Black lo ridefinirà.

Newsarama: Donny e Ryan sono adesso su loro secondo evento Marvel insieme, una cosa rara per un team creativo. Com’è lavorare su una storia del genere con un team che è ormai veterano al format?

Devin Lewis: Voglio dire, è il grande spettacolo, il palco principale. Quindi, ovviamente, è fantastico. E intimidatorio. E umiliante. Absolute Carnage è un fumetto straordinariamente speciale, ma, come dici tu, è stato anche il primo approccio di questa squadra a un evento. E si sono avvicinati al piatto e l’hanno buttato fuori dal parco.

Ma anche tutte le altre persone coinvolte hanno imparato molto e conoscere le facili insidie ​​e le cose da evitare ha permesso a King in Black di essere più grande e più ambizioso di Absolute Carnage.

Ma, allo stesso modo, il nucleo narrativo di King in Black è così forte che ha permesso a tutte le storie di essere più concentrate emotivamente. Ogni singolo legame sposta ulteriormente la storia del suo personaggio principale, contribuendo anche al quadro più ampio di King in Black.

Newsarama: Hai coinvolto numerosi creatori Marvel emergenti per King in Black, tra cui Christopher Cantwell, Jed MacKay e molti altri. Qualcuno di quei creatori o dei loro titoli (come Black Cat) rimarrà connesso alla linea di Venom una volta che King in Black si sarà concluso?

Devin Lewis: Cavolo, lo spero tanto! Stiamo preparando alcune cose davvero eccitanti nell’angolo simbiotico dell’Universo Marvel, e sono coinvolti alcuni creatori che hanno lavorato ai tie-in di King in Black, ma oltre a questo non posso dire altro.

Newsarama: Venom è un personaggio complesso nella tradizione Marvel, non solo è uno dei peggiori nemici di Spider-Man, ma è stato anche uno dei suoi più grandi alleati. È un assassino che è stato anche il “protettore letale”. E ha una fanbase irriducibile. Cosa rende Venom e ancor di più Eddie Brock il tipo di personaggio con cui così tanti lettori si identificano così fortemente?

Devin Lewis: Penso che in fondo sia umano. Per quanto arrabbiato e psicopatico possa essere, l’era di Eddie come Venom è nata dall’umiliazione. Questa è una posizione vulnerabile per un personaggio così assetato di sangue. Ed è tosto come le unghie.

Quando Peter Parker ha un problema, torna a casa e fa esperimenti. Eddie Brock solleva pesi. Ma per lo stesso motivo non è un idiota: è un giornalista. È andato al college. Ha una buona testa sulle spalle. Sceglie solo di non usarla. Quella ostinazione è convincente.

Newsarama: Con King In Black così attesa, cosa puoi dirci della nuova storia di cui nessuno sa?

Devin Lewis: Senza il rischio di fare spoiler, non è esagero nel dire che tutto nella run di Donny e Ryan si è concentrato nella costruzione di questo. I personaggi di tutta la loro storia e della storia di Venom appariranno e riappariranno, personaggi che non penso nessuno si aspetterebbe, ma che sarò davvero entusiasta di vedere in azione.

Venom

Venom

 

Acquista Venom 1 – Rex cliccando QUI!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui